Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

mercoledì 2 giugno 2010

Considerazioni sul Pellegrinaggio al Santuario di Montenero


Il bilancio del terzo Pellegrinaggio annuale dei fedeli legati all'antica forma liturgica al Santuario di Montenero (Livorno), è stato molto positivo, e può essere riassunto così: incremento del numero dei partecipanti e splendida Messa Pontificale.

Bisogna essere grati a Mons. Ennio Appignanesi che nonostante i suoi 85 anni, ha accettato di partecipare al pellegrinaggio e di celebrare il Santo Sacrificio della Messa secondo il rito della sua giovinezza e della sua vocazione al sacerdozio cattolico. E' edificante lo zelo di questo successore degli Apostoli. Un ringraziamento va anche al vescovo di Livorno, Mons. Simone Giusti, il quale ha avuto un atteggiamento cordiale nei confronti degli organizzatori e ha dato il suo sostegno invitando personalmente Mons. Appignanesi. Grazie anche alla Sede Apostolica per aver concesso l'indulgenza plenaria ai pellegrini. Bravi anche i sacerdoti che hanno curato il servizio liturgico e le due corali che hanno reso più solenne il sacro rito. E' chiaro che tutta questa meraviglia non è accaduta per caso. Dietro c'è l'impegno di alcuni generosi volontari. Faccio i miei complimenti a Daniele Di Sorco e ai suoi amici che hanno lavorato sodo per organizzare il pellegrinaggio. C'è gente che passa il tempo solo a lamentarsi delle devastazioni moderniste, e altra gente invece che si dà da fare per edificare qualcosa di buono.

Tra le note positive c'è anche da registrare l'assenza dei militanti estrema sinistra che invece l'anno scorso hanno recato non poco disturbo.

Il pellegrinaggio ha dimostrato che i fedeli legati alla liturgia tradizionale non sono persone brutte e cattive come spesso vengono erroneamente dipinte; sono solo cristiani che vogliono vivere la propria fede cattolica nella forma che ha nutrito le anime di innumerevoli cristiani e santi per svariati secoli. Il ringraziamento più grande per il buon esito del pellegrinaggio va dato ovviamente a Dio e alla Mediatrice di tutte le grazie. Gli uomini cosa possono fare di buono senza l'aiuto del Cielo? La Provvidenza ha reso possibile ciò che solo dieci anni fa in Italia era possibile solamente sognare.

Ecco alcune belle immagini (creative commons) disponibili grazie all'Associazione Rinascimento Sacro.