Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

martedì 26 ottobre 2010

Un seminario tradizionale nel Regno Unito?


Un gentile lettore italiano che risiede in Inghilterra, mi ha scritto per raccontarmi di un'iniziativa molto interessante che merita di essere pubblicizzata.

Lo Ushaw College, lo storico seminario cattolico del nord dell'Inghilterra, chiuderà nella primavera del 2011. Il motivo? Un'istituzione che qualche decennio fa aveva centinaia di seminaristi, quest'anno ne ha solo 26. Padre Michael Brown (prete legato alla Messa tridentina) ha lanciato la proposta di trasformare Ushaw in un seminario tradizionale (ottima idea, visto che i seminari tradizionali, ovunque si trovino, sono strapieni), e la Latin Mass Society (che tra l'altro organizza ogni anno proprio a Ushaw un corso per sacerdoti che vogliono imparare a celebrare nella forma straordinaria) ha manifestato il suo interesse per la proposta.
Da varie fonti, il lettore italo-britannico ha appreso che la prospettiva più probabile, se la proposta verrà accettata, sarà la creazione di un nuovo ordine tradizionale inglese incaricato di occuparsi del seminario. Ci sarà bisogno di molti soldi (la struttura richiede alti costi di manutenzione) e di sacerdoti disposti a correre qualche rischio.

Si tratterebbe di un evento straordinario e di importanza capitale sia per l'Inghilterra (un paese che ha estremo bisogno di rievangelizzazione) sia per il movimento tradizionale nel suo complesso. Nei prossimi giorni si svolgeranno dei colloqui per valutare la situazione e i prossimi passi da compiere. C'è bisogno di molta preghiera.

Se la vendita andasse in porto, io credo che anche gli italiani saranno lieti di contribuire economicamente, ognuno secondo le proprie disponibilità (ovviamente studenti, precari e cassintegrati non devono sentirsi tenuti a nulla). Spero che un'iniziativa del genere venga intrapresa anche in Italia; anche noi abbiamo urgentemente bisogno di santi e dotti sacerdoti.