Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

mercoledì 10 novembre 2010

Quando vedremo i monasteri di stretta osservanza in TV?


Alcune settimane fa sull'altro blog ho raccontato la storia della vocazione di un ricco uomo d'affari francese avvenuta grazie a Santa Teresa di Lisieux. Alcuni giorni dopo mi ha scritto un giornalista della televisione di stato italiana, dicendomi di voler intervistare quell'uomo d'affari.

Gli ho risposto che quel fatto l'ho scoperto leggendo un vecchio libro scritto dal celebre scrittore cattolico Thomas Merton (1915 – 1968), e che dal contesto sembra che l'episodio sia avvenuto prima della Seconda Guerra Mondiale, e dunque è probabile che quel monaco francese sia morto.

Pensando che la redazione stesse preparando un servizio televisivo sugli ordini religiosi, ne ho approfittato per consigliargli di visitare alcuni monasteri di stretta osservanza, quelli che piacciono a noi, ossia quelli filo-tradizionali, austeri e con tante vocazioni. Dalla cortese e laconica risposta ho avuto l'impressione che il soggetto a cui era interessato era solo Santa Teresina.

Sono rimasto stupito nel constatare che sui blog tradizionali possono capitare anche volti noti della televisione. La speranza è che i telegiornali smettano di parlare di gossip ecclesiastico come è avvenuto per il caso Milingo, e che comincino a mostrare ai telespettatori delle realtà ignorate, come i monasteri di stretta osservanza. Ve lo immaginate un buon servizio televisivo sulla vestizione religiosa di giovani frati o suore? Oltre ad incuriosire i telespettatori, produrrebbe tanta edificazione spirituale tanto quanto una bella predica.