Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

venerdì 14 ottobre 2011

Breviario romano

Una gentile signora mi ha scritto per chiedere informazioni sull'uso del breviario romano. Fino a pochi giorni fa avrei chiesto consiglio a un caro lettore, ma ora è diventato più difficile contattarlo visto che è entrato in convento. Spero che tra gli altri lettori ci sia qualcuno esperto che possa darle una risposta soddisfacente.


Buongiorno carissimo D.,
                                         ti scrivo per chiederti un aiuto, seguo i tuoi blog con molto piacere, mi arricchiscono giorno dopo giorno e spero e prego che tu voglia e possa sempre continuarli così come fai ora, son sicura che il bene che riesci a fare per le anime sia grande anche se sconosciuto.

Sto provando a recitare la liturgia delle ore usando il breviario romano in latino, ma ho qualche difficoltà, benché cerchi di seguire il processo delle preghiere così come indicato sul breviario stesso. […]

Puoi darmi indicazioni sull'ordine di importanza delle feste? Non distinguo, nonostante sia indicata la classe, quale abbiano priorità, quando si debba necessariamente usare la liturgia dal proprio oppure quando si possa prendere quella del giorno usando le antifone e le letture e orazioni solo dal proprio.
Se puoi aiutarmi ti ringrazio, altrimenti... grazie ugualmente!
Un caro saluto nel Signore,

(lettera firmata)

Carissima sorella in Cristo,
                                           spero tanto che qualcuno dei lettori più esperti voglia rispondere alle tue domande sull'antico e glorioso breviario romano.

Io penso che anche se non si capiscono tutte le parole in latino, tuttavia quelle che si capiscono rimangono più impresse nella mente. Ad esempio alla Messa tridentina che frequento ci sono i libretti bilingue. Qualche volta, prima della Messa o durante l'Offertorio e il Canone, mi son letto le preghiere in italiano, ma ho visto che “penetravano poco” nel cuore, invece le stesse preghiere ma nella versione in latino colpivano molto di più. Consiglio di visualizzare la versione in italiano solo quando non si comprende il significato di qualche termine. A tale scopo sarebbe ottima cosa se venisse pubblicata un'edizione del breviario romano con la traduzione in italiano a fianco.

In attesa di ricevere qualche risposta alle tue domande da altri lettori, approfitto dell'occasione per porgerti i miei più cordiali saluti in Gesù e Maria,

Cordialiter