Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

martedì 20 novembre 2012

Progetto di vita monastica in Italia e Spagna



Un gruppo di persone composto prevalentemente da donne appartenenti all'Associazione “Amadores de Cristo”, ha in progetto di fondare una nuova Famiglia Religiosa di vita contemplativa legata alla liturgia antica. In futuro la nuova comunità vorrebbe anche praticare l'adorazione perpetua del Santissimo Sacramento. Si tratta di un “progetto aperto”, cioè ancora in fase embrionale, infatti i promotori stanno facendo discernimento per comprendere la volontà di Dio al riguardo. Il ramo maschile potrebbe occuparsi anche di qualche forma di apostolato attivo. Gli “Amadores de Cristo” si propongono di amare Dio in maniera semplice come un bimbo in braccio alla madre, quindi di giungere alla perfezione cristiana seguendo la via dell'amore. Deus caritas est.

Sacerdoti o semplici fedeli laici interessati al progetto, possono mettersi in contatto con i promotori per chiedere informazioni, scambiare opinioni o fare suggerimenti, possono scrivere al seguente indirizzo:  amadores @ amadoresdecristo.org  (scrivere l'indirizzo tutto attaccato, senza spazi). Potete scrivere in italiano, ma vi risponderanno in spagnolo. 

Indipendentemente dal progetto di vita consacrata, è possibile contattare gli “Amadores de Cristo” anche per saperne di più sulla loro spiritualità incentrata sul rendere ogni momento della loro vita un continuo atto di amore a Dio. I promotori (dovrei dire le “promotrici”, visto che sono in maggioranza donne) di questo progetto vivono in Spagna, ma vorrebbero trovare un luogo solitario in Italia in cui poter fondare questa nuova comunità religiosa. Se qualcuno può aiutarli, ad esempio segnalando qualche convento disabitato, può mettersi in contatto con loro. Hanno bisogno della collaborazione di qualche sacerdote disposto a celebrare la Messa tridentina e ascoltare le confessioni. 

Personalmente penso che il progetto di vita consacrata degli “Amadore de Cristo” sia davvero interessante, spero tanto che possa nascere una nuova Famiglia Religiosa legata alla liturgia tradizionale. Sono convinto infatti che per uscire dalla crisi modernista ci sia bisogno di rilanciare la vita religiosa.

¡Alabado sea el Santísimo Sacramento del Altar y la Virgen Inmaculada !