Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

domenica 19 maggio 2013

Nessuna restrizione sull'uso della berretta?

Un gentile lettore, dopo aver letto il post sulla berretta (o tricorno) usata dal clero, ha scritto questo messaggio:

In effetti ho appena visto la risposta da Lei pubblicata, e sono stupito quanto alla restrizione dell'uso esterno del tricorno, limitato solo a coloro che "hanno autorità". Il manuale di Trimeloni non fa questa distinzione, e ne concede l'uso generalizzato. Anche un sacerdote francese che conosco, insigne liturgista (o piuttosto enciclopedia vivente), mi parlava del tricorno come correlativo alla talare e suo copricapo naturale (tanto interno che esterno alla liturgia), al punto che chiunque può metterlo dal momento in cui avesse ricevuto l'abito, e ciò a differenza dello zucchetto che è riservato ai soli chierici. L'opinione contraria può citare delle fonti ufficiali a suo sostegno? Grazie.

Francamente non penso che Roma nell'ultimo mezzo secolo abbia legiferato circa l'uso della berretta. Anche io spero che l'uso della berretta fuori dai di culto sia consentito a tutti i preti, non solo ai parroci. Se qualcuno ne sa di più in materia, può contatarmi all'indirizzo  cordialiter@gmail.com