Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

lunedì 4 agosto 2014

I tradizionalisti sanno dormire anche per terra!

Mi entusiasma osservare lo spirito combattivo dei militanti del movimento tradizionale. È davvero edificante vedere con quanta dedizione e ardimento molti fedeli legati alla Tradizione Cattolica cercano di propagare il patrimonio liturgico e dottrinale della "Chiesa di sempre", minacciato da coloro che hanno il prurito delle novità. Ormai il movimento tradizionale dilaga dappertutto. Una studentessa liceale mi ha raccontato di essersi convertita dopo aver conosciuto un seminarista "tradizionale". Dopodiché lei stessa ha cominciato a fare propaganda tradizionale tra i suoi amici dell'Azione Cattolica, riuscendo a convincerne parecchi. Il militante della Tradizione non riesce a starsene con le mani in mano mentre i neomodernisti demoliscono la nostra Religione, egli cerca di fare "proseliti" ovunque è possibile, sente irrefrenabile dentro di sé il desiderio di combattere con ogni mezzo lecito pur di strappare anime dalle grinfie letali del modernismo filo-massonico.

"Fate fondere le nostre brande; il soldato italiano sa dormire per terra", recitava un manifesto propagandistico in tempo di guerra. Anche la vita del cristiano è una continua guerra contro i nemici dell'anima. Militia est vita hominis super terram (Iob 7,1). Questi son tempi di guerra, guerra spirituale ma pur sempre guerra, pertanto sono necessari un forte spirito di sacrificio, un combattivo spirito apostolico e il disprezzo della vita comoda.

Gli adepti del modernismo hanno un'età media molto elevata (secondo me si aggira sui 70 anni), dunque non possono nemmeno tentare un colpo di coda, altrimenti rischierebbero di ritrovarsi a gambe all'aria. Ormai è solo una questione di tempo, vedrete che si estingueranno come i mammut. Le loro truppe son sempre più assottigliate e acciaccate, le nostre sono nel pieno vigore delle forze, e soprattutto sono agguerrite e determinate a tutto pur di vincere. La vegliarda e decrepita eresia modernista presto soccomberà sotto le energiche sferzate di un giovane padrone: la Tradizione Cattolica.