Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

lunedì 22 dicembre 2014

Opposizione intelligente alla tirannide modernista

Dobbiamo opporci al tracotante "fronte modernista", ma dobbiamo farlo in maniera intelligente, evitando di commettere errori che finirebbero per fornire ai "rossi" il pretesto per perseguitarci. A tal proposito pubblico alcuni brani di un'e-mail che mi ha scritto la mia collaboratrice Chantal, alla quale ho risposto volentieri.


Carissimo fratello in Cristo,
                                             perdona il mio silenzio con te, che continua comunque ad essere un silenzio orante! Seguo sempre il tuo blog così ispiratore, e desidero complimentarmi e ringraziarti per il quanto mai opportuno post di stamattina [mercoledì 17 dicembre, n.d.r.], che ho appena letto. Anch'io mi unisco al coro dei tuoi sostenitori!  È così essenziale continuare a combattere la buona battaglia, arditi nella fede ma senza i toni astiosi e stizzosi (che ci danneggiano più che favorirci) di alcuni siti sulla nostra scia. […]

Ti auguro buona giornata in preparazione al Santo Natale e mi preparo per il lavoro quotidiano (e la ns. missione).

In Corde Jesu,
(lettera firmata)


Cara sorella in Cristo,
                                     ti confesso che i primi mesi mi preoccupavo un po' se non mi scrivevi per lungo tempo, perché temevo di aver pubblicato qualche post a te “poco gradito”, e che quindi preferivi non collaborare più. Poi ho capito che i periodi di “silenzio” erano dovuti ad altri motivi, e quindi adesso non mi preoccupo più, perché so che è solo un'assenza momentanea. Anzi, approfitto dell'occasione per dirti che se un giorno dovessero sorgere delle divergenze, ti chiedo gentilmente di scrivermi per cercare un chiarimento. Infatti a volte possono nascere delle incomprensioni fondate sul nulla.

Sono d'accordo con te, bisogna evitare i toni astiosi e stizzosi, i quali finiscono per danneggiarci. Infatti i siti filo-tradizionali sono letti anche da diversi vescovi, i quali ovviamente rimangono sbalorditi quando leggono certe prese di posizione e certi toni di alcune frange troppo estreme. Ecco perché poi anche i prelati non modernisti mostrano un bel po' di diffidenza quando incontrano delle persone legate alla liturgia antica...

Inoltre certi siti col loro modo di fare finiscono per seminare rabbia e scoraggiamento, e purtroppo ho sentito dire che molti tradizionalisti stanno abbandonando la fede.

Se da un punto di vista teologico il modernismo è la sintesi di tutte le eresie, da un punto di vista sociologico a me sembra che sia la sintesi di tutte le tirannie. È da decenni che i modernisti tentano di annientarci, ma noi siamo ancora qui, in piedi e con la schiena dritta, decisi a resistere ad oltranza. È un dovere morale opporsi alla tracotante tirannide modernista, ma bisogna farlo in maniera intelligente, senza offrire ai nostri persecutori il "casus belli", cioè il pretesto per farci la guerra.

Molti modernisti sono dei volponi, cioè dei gran furbacchioni, e usando una metafora calcistica si può dire che essi utilizzano la "tattica del fuori gioco". Per questo motivo dico che dobbiamo fare un'opposizione "intelligente" al modernismo, per non cadere nella trappola del "fuori gioco", cioè per non apparire i brutti e cattivi della situazione. Infatti i nostri persecutori sono abilissimi a rivoltare la frittata e a far sembrare che i “figli ribelli” del Corpo Mistico di Cristo siamo noi, mentre in realtà sono loro che non accettano parte della Legge Eterna di Dio e del Magistero perenne della Chiesa Cattolica.

Questo post è stato scritto senza riferimento specifico a qualche modernista in particolare. Se qualcuno si sentisse chiamato in causa, dimostrerebbe di avere la coda di paglia.

Comunque, l'oppressione modernista non mi spaventa. Chi vuole vivere cristianamente in questa società secolarizzata deve patire incomprensioni e persecuzioni da parte dei mondani. Ma presto le tribolazioni terrene avranno fine, mentre la gioia del Cielo sarà eterna.

Ti saluto cordialmente nei Cuori di Gesù e Maria,

Cordialiter