Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

giovedì 30 aprile 2015

Difendere i valori non negoziabili



Ripubblico una vecchia e-mail di un lettore del blog.



Continuo a leggere con interesse il tuo blog. Personalmente ho anche apprezzato un tuo sfogo verso certi modi di essere tradizionalista. Quest'estate ad Ars un sacerdote del posto mi diceva che non tutto quello che c'è negli ambienti tradizionali è bello e buono. Ha ragione. È così in ogni ambiente umano, siamo imperfetti. Talvolta su certi blog si assiste a insulti per chi non è sulla stessa linea... non è questa una forma di sostanziale chiusura e mancanza di rispetto? Per certi versi sono fortunato, non ho nessuna casa da difendere. Vorrei invitarti a spendere qualche parola su quello che è avvenuto in Lussemburgo. Il Granduca non ha approvato la legge sull'eutanasia [...]. Non ho sentito molte voci di solidarietà a suo favore, e mi sembra ingiusto... 

Cordialmente
(lettera firmata)

Carissimo in Cristo,
                                 avrei voluto scrivere qualche riga di elogio per il coraggioso Granduca del Lussemburgo, il quale si è rifiutato di promulgare l'iniqua legge che legalizzava l'eutanasia. È stato davvero un comportamento degno di un seguace di Gesù Cristo. Anche suo zio Baldovino, l'ex Re del Belgio, nel 1990 si rifiutò di promulgare la legge che legalizzava il mostruoso crimine dell'aborto. Purtroppo, in Italia l'iniqua legge che nel 1978 sdoganò l'aborto venne controfirmata da politici democristiani tra i quali Giulio Andreotti (Presidente del Consiglio), Tina Anselmi (Ministro della Sanità) e Giovanni Leone (Presidente della Repubblica).

Colgo l'occasione per lanciare un appello al voto in occasione delle prossime elezioni dei rappresentanti al Parlamento dell'Unione Europea. Bisogna andare a votare. I cattolici che disertano le urne non fanno altro che avvantaggiare indirettamente i politici laicisti. Bisogna fare attenzione a non votare quei politici che si definiscono cattolici, ma vogliono promuovere leggi immorali come l'equiparazione delle coppie contro natura (omosessuali) a quelle secondo natura. Se devo essere sincero sono molto preoccupato della piega che sta prendendo l'Unione Europea. Ci sono stati vari pronunciamenti in favore di cose immorali come l'aborto e la sodomia.

Povera umanità, in che condizioni è conciata! Molte menti sono accecate, non comprendono più quanto siano orribili i peccati proibiti dalla Legge naturale che Dio ha impresso nei nostri cuori. Ma prima o poi verrà un castigo esemplare come ai tempi di Sodoma e Gomorra.

In Corde Regis,

Cordialiter