Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

domenica 6 dicembre 2015

Convertirsi

Tempo fa una ragazza mi ha confidato che stava soffrendo molto a causa dei peccati commessi in passato...



Caro Cordialiter,
                            è da diversi mesi che leggo il tuo blog e finalmente ho preso coraggio e ho deciso di scrivere una e-mail.

Sono una ragazza di 18 anni e, nonostante la mia giovane età, ho commesso molti errori e peccati di cui adesso mi pento molto. Circa tre anni fa mi allontanai da Dio [...], da allora la mia vita fu fatta esclusivamente di cose materiali che mi portarono e mi portano tuttora molta sofferenza. Ho provato a riavvicinarmi a Gesù e a ritrovare la Fede, ma non ci riesco, non mi sento più "pura" e non trovo il modo -se esiste- per tornare ad esserlo. Soffro molto per questo motivo e non so più cosa fare. Ho provato a parlarne con un sacerdote, ad avvicinarmi di nuovo alla Chiesa, prego ogni sera affinchè io ritrovi la Fede, ma è tutto così difficile. Cosa posso fare?

Grazie dell'attenzione.
(Lettera firmata)


Cara sorella in Cristo,
                                    ti ringrazio di avermi scritto, spero tanto di poter esserti di qualche aiuto.

Leggendo le vite dei santi ci si accorge che alcuni furono buoni sin da bambini, altri invece in gioventù furono dei gran peccatori, ma in seguito si convertirono e praticarono in maniera eroica le virtù cristiane. Santa Maria Maddalena era una prostituta, ma quando incontrò Gesù si convertì, abbandonò il peccato e visse nella purezza il resto della sua vita. Anche Santa Maria Egiziaca era stata in gioventù una donna molto scandalosa a causa dei peccati riguardanti la sessualità, ma dopo essere stata convertita dalla Madonna, diventò eremita e visse santamente sino alla morte.

Santa Margherita da Cortona da giovane convisse con un uomo senza essere sposata con lui, ed ebbe persino un figlio. Un giorno il suo "fidanzato" (sarebbe più corretto chiamarlo "concubino") morì, e lei venne cacciata di casa dai parenti del defunto. Capì che la vita peccaminosa che aveva condotto insieme a quell'uomo era una grave offesa al Signore, si pentì e visse da vera cristiana sino alla morte.

Carissima in Cristo, anche se in passato hai commesso dei peccati, se vuoi puoi anche tu vivere nella purezza il resto della tua vita. Tu mi hai detto di essere pentita dei peccati fatti, quindi adesso è sufficiente confessarli ad un sacerdote, e con l'assoluzione sacramentale le tue colpe verranno incenerite dall'infinito amore misericordioso di Dio, e finalmente ti sentirai l'anima pura, come se ti avessero tolto un sasso dallo stomaco.

Il diavolo sta cercando di farti cadere nello scoraggiamento per indurti ad allontanarti definitivamente da Gesù buono. Non ascoltare gli inganni del demonio!

Che fare? Tuffati tra le braccia del Signore, il quale è il più amorevole dei padri e la sua misericordia è infinita. Digli che sei pentita del male fatto e che non vuoi offenderlo mai più col peccato, costi quel che costi. Poi vai a confessarti e finalmente troverai la pace nel cuore. Coraggio, non avere paura, ricordati che Dio è amore, fidati di Lui. Chiedi alla Madonna di aiutarti, Ella è nostra madre ed è sempre pronta a venire in nostro soccorso. Per questo motivo la Chiesa le ha dato il titolo di "Rifugio dei peccatori".

Ti auguro ogni bene spirituale, e rimango a tua disposizione per continuare ad incoraggiarti nel cammino di conversione.

In Cristo Re e in Maria Regina,

Cordialiter