Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

mercoledì 2 dicembre 2015

Nelle vere amicizie la devozione si riversa da un cuore all'altro

Riporto una lettera che scrissi sul tema dell'amicizia spirituale.



Carissima sorella in Cristo, rispondo molto volentieri alla tua ultima e-mail e ti ringrazio di cuore per i bellissimi pensieri spirituali di cui abbondano le tue lettere.

Mi hai detto che senti il bisogno di avere delle amicizie spirituali. In effetti San Francesco di Sales raccomandava alle persone secolari di trovare delle amicizie di questo genere, con le quali incoraggiarsi vicendevolmente nella pratica delle virtù cristiane. La vita su questa terra è un continuo combattimento spirituale, e a volte capita di sentirsi soli e scoraggiati. Ma se si hanno delle amicizie spirituali ci si aiuta e conforta a vicenda, rendendo più facile l'avanzata sulla strada verso il fine ultimo della nostra esistenza: Dio. Grazie a questo blog ho potuto stringere una vera amicizia spirituale con varie persone che praticano la devozione, e ti posso dire che ciò mi è di grande conforto, poiché è edificante per me vedere tanti fratelli e sorelle nella fede combattere con ardore la stessa battaglia per la santificazione delle anime e la maggior gloria di Dio. Quando un'amicizia è vera, cioè è fondata sulla virtù e la carità, essa nasce dallo Spirito Santo e i frutti sono deliziosi perché la devozione si riversa da un cuore all'altro e le anime avanzano insieme sulla via della perfezione cristiana.

Nel mondo regnano l'egoismo, la cupidigia dei beni terreni e la ricerca sfrenata dei piaceri, sembra di vivere ai tempi del paganesimo. È davvero una grande consolazione sapere che ci sono ancora dei giovani che considerano le cose mondane come delle vanità delle vanità, e aspirano solo ad amare e servire Gesù buono abbracciando la vita religiosa. Sono contentissimo che tu vuoi donare per sempre la tua vita a Colui che ti ha creato. In un ordine religioso osservante avrai altissime probabilità di salvarti l'anima e anche di divenire santa.

Fai benissimo a combattere anche contro i peccati veniali, i quali pur non uccidendo l'anima tuttavia la feriscono rendendola tiepida e debole nella lotta. Quando si è tentati a commettere qualche peccato veniale, bisogna pensare che Dio dopo tutto il bene che ci ha dimostrato donandoci Gesù Cristo, non merita di essere offeso nemmeno con una piccola colpa volontaria. Il Redentore si è immolato sulla Croce per nostro amore, pagando al posto nostro la pena meritata dai nostri peccati, troppo grande sarebbe la nostra ingratitudine se non contraccambiassimo il suo amore rimanendo fedeli al Vangelo anche nelle piccole cose. L'amore con amor si paga. DimostriamoGli il nostro amore evitando di commettere anche le piccole colpe volontarie.

Sono contento che hai un'amica che ha il tuo stesso ideale di consacrazione totale a Dio, così potete incoraggiarvi e sostenervi a vicenda in questa battaglia importantissima della vostra vita spirituale. Quante sono le ragazze nubili in Italia? Milioni. E tra tutte queste ragazze, quante di loro si sentono attrarre dal desiderio di divenire spose di Gesù Cristo? Poche, pochissime. Voi due fate parte di questo piccolo gruppetto, dovete sentirvi fortunate per aver ricevuto questa grazia immensa, altro che tutte le ricchezze e le vanità della terra! Purtroppo solo poche persone capiscono questi discorsi. Vi incoraggio a perseverare con tenacia su questa strada. Sarebbe un grande dispiacere per Gesù se tornaste alla vita mondana del passato e vi dimenticaste della divina chiamata. Ma sono fiducioso che ciò non avverrà, perché sia tu e presumo anche la tua amica, ormai vi siete donate anima e corpo alla Madonna con la consacrazione formulata da San Luigi Maria Grignon de Montfort, pertanto vi siete messe in ottime mani ed Ella vi custodirà dagli assalti del demonio, del mondo e della carne. I mondani penseranno che le vostre vite saranno sprecate in monastero, ma che importa quel che pensano i mondani? L'importante è vivere in amicizia con Dio, in attesa di andarlo ad amare nella Patria Celeste per tutta l'eternità.

In Gesù e Maria,

Cordialiter