Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

giovedì 18 febbraio 2016

Liberata Kinsibba!

La 103esima Brigata della Guardia Repubblicana (truppe scelte dell'esercito siriano), i "marò" (fanti della marina militare) e altri gruppi lealisti, hanno finalmente liberato Kinsibba, una delle roccaforti dei cosiddetti "ribelli moderati", cioè in gran parte bande jihadiste alleate di al-Qaeda (che in Siria utilizza il brand "Fronte al-Nusra"). È vergognoso vedere i mezzi di informazione del regime culturale progressista definire "ribelli moderati" dei gruppi islamisti che commettono crimini contro l'umanità e perseguitano i cristiani siriani (circa il 10% della popolazione). 

Ma grazie a Dio negli ultimi mesi le Forze Armate siriane stanno liberando molti paesi dalla tirannide jihadista. Recentemente l'esercito ha sferrato una vasta offensiva verso Raqqa, la "capitale" dello Stato Islamico guidato dal Califfo. Grazie ai moderni carri armati T-90 forniti dalla Federazione Russa, l'esercito sta sbaragliando i miliziani dell'ISIS (ricordo che i manuali di Teologia Morale insegnano che in una guerra giusta è lecito uccidere i nemici) e sta avanzando velocemente.

La speranza è che presto possa essere liberata dalla tirannide jihadista anche la parte orientale di Aleppo, attualmente nelle mani degli "islamisti moderati" foraggiati da Turchia, Stati Uniti, e altri Stati loro alleati. I jihadisti sono forniti dei micidiali missili anticarro TOW di fabbricazione americana. Dispiace constatare che gli USA fomentino gruppi che commettono atti criminali.