Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

lunedì 22 febbraio 2016

Messaggio di Maristella per Blandine

Pubblico un breve messaggio che Maristella (pseudonimo di una collaboratrice e generosa sostenitrice del blog) mi ha scritto per commentare la bellissima lettera di Blandine che ho pubblicato ieri.



Caro fratello in Cristo, 
                                      ieri ho letto con tanta commozione la lettera di Blandine. Nel rosario notturno ho portato lei e tutti noi. La via della vita coniugale e di famiglia è un terreno molto duro e difficile su cui tentare di percorrere un cammino di santità. A questo proposito mi ha colpito la tua affermazione: dici che poche persone di hanno comunicato esplicitamente di voler raggiungere la santificazione. Nel mio caso, dopo la mia conversione, do per scontato di essere chiamata a tendere ogni momento alla santità, alle varie e molteplici forme di martirio che questa scelta prevede. Nel caso specifico di Blandine direi che fanno molto bene a valutare la situazione con prudenza. Il matrimonio, quando è valido, non può più essere sciolto, e prendere tempo per riflettere, pregare e rimettersi alla volontà del Signore è la scelta migliore e più saggia. Viviamo in un mondo difficile, feroce e disperato ma, nonostante questo, dobbiamo cercare sempre di essere un esempio, un riferimento "voi siete il sale della terra". Abbiamo questo compito splendido e durissimo. Coraggio, fratelli, camminiamo seguendo la Croce, sulla via verso la Città di Dio. Sosteniamoci nel cammino pregando.

Ad majorem Dei gloriam!

Maristella


 
Carissima in Cristo, 
                                 quando alcuni giorni fa ho riletto la lettera di Blandine per "confezionare" il post, ti confesso che mi sono commosso.

Ti comunico che ho fatto leggere il tuo messaggio a Blandine. Ecco la sua risposta: 

Ciao carissimo, sai che piacere mi fa questa solidarietà femminile, oltre che cristiana, che tu mi riporti. Maristella dice benissimo. Bisogna essere molto prudenti perché non voglio nella maniera più assoluta dover essere costretta a sciogliere un eventuale matrimonio sbagliato. Sai, se il Signore mi unisse ad un uomo che si rivelasse differente dalle mie aspettative, benché in sofferenza quotidiana, cercherei con tutta la mia buona volontà di comportarmi con lui come con una persona di cui sono innamorata. Lo onorerei e sarei devota a lui ugualmente. Ma il numero delle lacrime che verserei sarebbe incontrollabile e smodato... perché per me è importante stare bene con un uomo, e che a momenti di sacrificio si alternino anche momenti di felicità. Conto sulle vostre preghiere, cioè di tutti i lettori e soprattutto le lettrici del tuo blog. È bellissimo sapere che non sono sola...e lo devo a Dio ma anche alla tua sensibilità che ti ha fatto apprezzare la mia lettera a Dio, al punto di pubblicarla.

Grazie.