Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

martedì 24 maggio 2016

Le persecuzioni non ci fermeranno!

Pubblico una lettera che tempo fa mi ha scritto un lettore del blog che ringrazio per le parole di incoraggiamento.


Carissimo,
quanta saggezza e Verità nelle parole del Tuo articolo di oggi! Anch’io, molto umilmente e senza contare nulla, da sempre faccio parte del “Battaglione Tridentino”, e conosco le persecuzioni indicibili – certo, magari non paragonabili a quelle dei nostri fratelli di Mosul, ad esempio, però … - alle quali siamo continuamente sottoposti, senza sosta, spiritualmente e psicologicamente.

Di sicuro, se uno volesse vivere una vita tranquilla e serena, col sorriso beota di quelli che pensan sempre alla Risurrezione senza ricordare gli indicibili patimenti del nostro Signore, Re e Comandante, nella sua Gloriosissima e Sanguinosa Passione (senza la quale nessuna Risurrezione sarebbe stata possibile), dovrebbe abbandonarlo, il Battaglione Tridentino.

Ma se si accettano, nel Nome Santissimo del Signore Nostro Gesù Cristo che regnavit a ligno, ed a Lui si offre tutto per L’Immacolata Regina di Tutte le Vittorie,  si portano all’altare le umiliazioni, le denigrazioni, le calunnie, le diffamazioni, le esclusioni, gli ostracismi, le discriminazioni spinte fino al vero e proprio aparteheid (altro che razzismo), ecco che allora si può entrare nel Battaglione Tridentino, dove si gode della bellezza divina e della profondità spirituale ineguagliabile del rito di sempre, e della continuità della sana Dottrina, nella certezza della Verità quod semper, quod ubique, quod ab omnibus. E, pur nella battaglia, questa è vera pace e vera gioia.

Grazie per il Tuo articolo, grazie “carissimo commilitone”, perché con queste parole e la Tua preghiera sostieni questo Battaglione, il battaglione degli “straccioni di Dio”, che continua malgrado tutto ad avanzare. Perché è bene che lo sappiano: noi non ci faremo fermare mai, se il Signore vorrà sostenerci.

Abbiamo un’armeria piena di S. Rosarii, S. Comunioni quotidiane, Confessioni frequenti. Abbiamo interi monasteri di sante sorelle e madri che pregano per noi. Se Lui sarà con noi, chi sarà contro di noi?

Ancora grazie, Tempora Christi veniant!

(Lettera firmata)