Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

giovedì 23 giugno 2016

Maristella al ritorno dagli esercizi spirituali

Pubblico una bella e-mail che tempo fa mi ha scritto Maristella.


Carissimo fratello in Cristo,
avrei voluto scrivere prima, tanta era la letizia che traboccava nel mio cuore per questi esercizi spirituali, ma le giornate piene di impegni non me lo hanno consentito.

Questa mattina ho visto con gioia il nostro scambio di messaggi sul blog: hai proprio fatto bene a ricordare, con delicatezza, ai lettori che questo splendido blog, questa consolazione quotidiana, questa luce che splende nelle tenebre, non nasce dal nulla. Ha origine dalla speciale Grazia che il Signore ti ha donato e dal tuo continuo e tenace impegno quotidiano. Leggo e visito molti siti internet, ma in rari casi sento dentro di me l'urgenza di contribuire materialmente perché questa voce non si spenga, per potere ogni mattina accendere il pc o il cellulare per leggere "Cordialiter"

Io torno nel mondo dopo avere vissuto tre meravigliosi giorni di Fede e di amicizia insieme a numerose altre persone. Da quest'anno partecipo agli incontri di un gruppo di [...]: pensa che in precedenza ero tendenzialmente avversa a questa esperienza. Poi il Signore ha iniziato a chiamarmi attraverso questa associazione che io disprezzavo, senza conoscerla. Il mio incontro è stato sconvolgente: era come se negli appuntamenti si parlasse di me, dei miei problemi. Era come una dolce pioggia sulla mia anima arida. Sono arrivata attraverso la conoscenza di persone che mi hanno rivolto uno sguardo diverso da tutti quelli che avevo ricevuto. Mi sono sentita accolta ancora prima di essere conosciuta. Così ho potuto aprire il mio cuore in un modo assolutamente nuovo e differente.

Da venerdì a domenica ho partecipato, insieme a tante altre persone provenienti da tutta Italia e dall'estero, a questi esercizi spirituali. Per tre giorni ho sperimentato un piccolo anticipo di Paradiso. Un giovane ed energico sacerdote ci ha avvinti alle sue parole, semplici ma efficaci, spesso anche con una travolgente simpatia. Ho capito meglio alcuni passaggi del Vangelo, ho iniziato a comprendere l'immenso amore che Dio ha per noi e la risposta che noi, con tanta fatica (e lacrime e sangue) dobbiamo chiedere nella preghiera di poter dare. Ci ha indicato il cammino, tutto in salita, per poter cercare di essere testimoni della Luce divina. Attraverso la narrazione della storia del popolo ebraico ci ha fatto riflettere sul nostro itinerario personale di incontro con il Padre, di ribellioni, di cadute, di misericordia e Grazia. Domenica, quando mi sono resa conto che gli esercizi erano terminati, avrei voluto piangere tanto ero triste.

Allora ho ricordato le parole "Uomini di Galilea, perché guardate il cielo?" Io stavo fissando il cielo, in lacrime. Ho capito che invece avrei dovuto cercare di portare quel meraviglioso e immenso dono ricevuto a casa, sul lavoro, nella vita quotidiana ... "in gentibus" come spesso dico. Poter ascoltare la parola di Dio, poter pregare tanto: io mi sentivo così felice, sentivo di amare sempre di più il Signore.

Grazie di cuore per tutto quello che fai! Dio ti benedica, ti accompagni e ti illumini sempre con la Sua Grazia

Nei Cuori Immacolati
tua sorella Maristella