Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

sabato 29 ottobre 2016

Ringrazio tutti i sostenitori del blog

Ammetto che in certe occasioni mi è venuto in mente il pensiero di “chiudere” i miei blog, sia a causa delle innumerevoli ore che richiedono per la gestione (soprattutto per rispondere a circa 200 e-mail al mese), sia per le incomprensioni e le critiche che ogni tanto subisco. Però poi penso che dopo che i miei blog hanno totalizzato oltre due milioni di visite, non è semplice dire “addio” ai numerosi lettori che dall'Italia e dall'estero leggono con interesse ciò che pubblico. Ma ciò che mi incoraggia ad andare avanti è principalmente il sapere che i miei blog sono di aiuto spirituale a tante persone. Sono gli stessi lettori a dirmelo. Ad esempio, ecco cosa mi ha scritto un ragazzo:

Carissimo D.,
                      sono io che devo ringraziare te per il tuo lavoro ed il tuo esempio. Ti prego continua. Solo in Paradiso vedrai i frutti del tuo meraviglioso lavoro. I tuoi blog sono "ispirational" per moltissimi. Ti prego non smettere. [...] Ti ringrazio cordialmente.

Ma c'è anche un altro importante motivo per cui non me la sento di chiudere i miei blog: diversi lettori e lettrici mi hanno liberamente inviato dei contributi economici per sostenere il mio impegno, pertanto sarebbe scorretto da parte mia se decidessi di arrendermi, perché farei la parte di quello che prima intasca i soldi e poi fugge via. No, non voglio fare una figuraccia del genere! Sarebbe un'ingratitudine troppo grande nei confronti dei sostenitori del blog, i quali sono da encomiare per ciò che hanno fatto per me, sono stati davvero generosi e li ringrazio tutti di cuore. A tal proposito voglio raccontarvi un aneddoto: un giorno mi è arrivata una piccola donazione (di gran lunga inferiore rispetto a quelle che in genere mi inviano gli altri sostenitori) da parte di un ragazzo che non conoscevo. Gli ho scritto per ringraziarlo, e poco dopo mi ha risposto: 

Figurati, è un piacere! Sono solo un ragazzo di 21 anni, ma appena ho avuto qualche soldo sulla PostePay ne ho condiviso un po' con te per incoraggiarti nella tua (e nostra) lotta. Leggo quotidianamente il tuo blog, ormai fonte di conforto ed ispirazione per me, grazie di tutto! Che Dio ti ricopra della Sua Grazia! 

Vi confesso che ho apprezzato molto il suo gesto nei miei confronti, perché pur essendo quasi “al verde”, ha voluto condividere con me quel poco che aveva. È bello sapere che esiste ancora gente del genere in questo mondo!

Per esprimere la mia gratitudine nei confronti di coloro che liberamente hanno deciso di sostenere i miei blog, penso che sia doveroso da parte mia continuare a impegnarmi a realizzare un servizio che edifichi le anime di tutti i lettori. La mia “linea editoriale” ormai è nota: promuovere la Tradizione Cattolica cercando di infondere speranza e coraggio ai lettori. Non ho mai detto che la crisi ecclesiale causata dal modernismo è terminata e che adesso tutto va bene: affermare una cosa del genere sarebbe una vera e propria menzogna. Tuttavia, c'è modo e modo di denunciare i misfatti dei modernisti. Io penso che quando si parla di cose spiacevoli bisogna farlo in maniera da non demoralizzare i lettori, altrimenti si rischia di arrendersi o persino di cadere in depressione.  :-)

Anche Sant'Alfonso Maria de Liguori nei suoi scritti si lamentava della situazione ecclesiale del suo tempo (vescovi poco zelanti, sacerdoti e religiosi rilassati, fedeli laici che vivevano come pagani, ecc.), tuttavia riusciva ad infondere coraggio ai suoi lettori, perché la sua speranza era fondata in Dio.

Oggi la situazione è semplicemente drammatica a causa della confusione seminata da coloro che hanno lo spirito modernistico, ma non dobbiamo disperarci: noi abbiamo la buona dottrina del Magistero perenne della Chiesa, pertanto possiamo confidare di salvarci l'anima se le resteremo fedeli sino alla morte. Certamente Gesù non ci abbandonerà mai, ci darà sempre i mezzi necessari per salvarci. Ci ha riscattato a caro prezzo sulla croce del Golgota, troppo grande è il suo amore per noi, non può abbandonarci nella tempesta modernista. La nostra speranza nella vittoria non è autoillusione, infatti non si fonda sulle nostre forze, ma sulla fede nel glorioso Redentore Divino: Haec est victoria quae vincit mundum, fides nostra (Epistula I Ioannis 5,4). 

Lo scopo dei miei blog è di farvi elevare l'animo alle cose celesti, di incoraggiarvi nel combattimento spirituale, di animarvi a continuare la buona battaglia contro la peste modernista. Voglio che dopo aver letto i miei post vi sentiate rincuorati, consolati e confortati, non demoralizzati e scoraggiati. Sì, scrivere post e rispondere alle e-mail mi costa tempo e fatica, ma voglio continuare a farlo per il bene spirituale dei numerosi lettori che apprezzano ciò che faccio.

Un grande grazie a tutti i “lettori-sostenitori” che con la propria generosità mi consentono di poter continuare a scrivere per la maggior gloria di Dio!