Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

lunedì 6 febbraio 2017

Circa il grande castigo che colpirà il genere umano (xzx)

Tempo fa Berenice (pseudonimo scelto da una lettrice del blog per pubblicare i suoi scritti) mi ha chiesto se penso che la fine del mondo sia vicina.


Caro D., 
              ti ringrazio per la tua approfondita risposta, che ho trovato piena di spunti interessanti. 

[…] forse posso aver intuito [...], siamo ai tempi finali [...] della seconda venuta di Cristo, questo è il tempo in cui il male dilaga, e in cui gli uomini scelgono se seguire Dio o seguire Satana, questo è il tempo del grande mentitore ed infatti è il tempo della menzogna e dell'illusione. Credo tu ti riferissi a questo quando hai scritto di avvenimento epocale che farà convertire le anime. Forse mi sbaglio? Vorresti mostrarmi la tua visione? Sono molto interessata.

[…] Credi dunque tu che siano questi i tempi finali e che possiamo quindi sperare di essere testimoni della Sua seconda venuta? Che tipo di evento epocale auspichi?

Sono molto felice di poter scambiare opinioni in merito a questi temi a me così cari potendo avere il tuo punto di vista, per me nuovo perché riconosco nella tua visione una grande conoscenza della dottrina e un vero e profondo interesse nella sua fedele applicazione nell'ottica della reale salvezza divina, e non come mero codice comportamentale vuoto di ogni sincero ardore per il Suo insegnamento. [...] Pertanto spero davvero che non ti peserà rispondermi (anche se sono consapevole di scrivere mail chilometriche e per questo mi scuso, ma la complessità degli argomenti è tale che sarebbe difficile per me fare diversamente), anche se non sono del tutto "convertita" come tu hai scritto !

Grazie in anticipo per la risposta futura,

Berenice


Carissima in Cristo,
                                   rispondo volentieri alle domande che mi hai posto, infatti ti reputo una persona “intellettualmente interessante” e mi piace avere a che fare con gente come te.

Non penso che sia vicina la fine del mondo. San Paolo ha profetizzato che negli ultimi tempi ci sarà la conversione di massa degli ebrei, ma per il momento non mi pare che gli israeliti stiano manifestando la volontà di abiurare i blasfemi errori del Talmud e di abbracciare la fede cattolica e farsi battezzare.

Sono due gli “eventi epocali” che mi aspetto in tempi brevi. Uno è un grande castigo che punirà il genere umano, l’altro è l’arrivo nella Chiesa di un nuovo San Gregorio VII, cioè di un Papa che riformerà profondamente l’orbe cattolico portandolo ad un elevato grado di splendore spirituale.

I materialisti stanno costruendo una società senza Dio, una società che fa orrore perché calpestando gli insegnamenti evangelici è diventata inumana. Ma “Deus non irridetur”, Dio non si lascia prendere in giro dal mondo, prima o poi il castigone verrà davvero. Anche nella Bibbia sono numerosi gli esempi di castighi esemplari inferti dal Signore, pensiamo ad esempio alla cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso terrestre, al diluvio universale, all'incenerimento di Sodoma, Gomorra e le altre tre città in cui dilagava l'omosessualità, alla morte inferta ad Onan per aver fatto un atto impuro contro natura, alla cattura e deportazione del popolo di Israele a Babilonia, alla distruzione del Tempio di Gerusalemme e alla diaspora degli ebrei ad opera dei Romani, ecc. 

Da un punto di vista spirituale la situazione del mondo è disastrosa a causa del dilagante secolarismo. Sembra di vivere ai tempi di Sodoma e Gomorra. Anche la situazione della Chiesa è drammatica a causa della confusione seminata dai modernisti. L'umanità sta andando verso l'abisso, basti pensare al fatto che molti abitanti della terra, anche tra i cristiani, non considerano più come peccaminosi certi atti umani contrari alla Legge naturale che il Signore ha scolpito nei nostri cuori. Pensiamo ad esempio all'aborto, ai rapporti prematrimoniali, agli atti impuri contro natura, ecc. Per salvare il mondo c'è bisogno di una “scossa”, di un qualcosa di grosso che faccia tremare tutto e svegliare le coscienze assopite. 

Dio è infinitamente buono ma è anche infinitamente giusto, e quando i peccati dei popoli raggiungono un certo livello, scattano i castighi divini. Durante la prima guerra mondiale la Madonna a Fatima disse chiaramente che se l'umanità non si fosse convertita, il Signore avrebbe permesso che gli uomini scatenassero una guerra ancora più disastrosa (la seconda guerra mondiale) e che la Russia avrebbe diffuso nel mondo gli errori del comunismo. Se a quei tempi Dio castigò il mondo con una terribile guerra, chissà che cosa avverrà adesso che pochi arrivano vergini al matrimonio, dilaga la contraccezione (che è un peccato contro natura che grida vendetta al cospetto di Dio), milioni di bambini innocenti vengono assassinati con l'aborto, le famiglie vengono disgregate dalla piaga del divorzio, gli omosessuali si sposano e adottano i bambini orfani o sottratti dai tribunali alle famiglie povere, in televisione imperversano programmi immorali, tra i cristiani si diffondono le mode indecenti, ecc. Insomma, la situazione dell'umanità è disastrosa, ormai il “grande castigo” è inevitabile (lo diceva anche lo zelantissimo Don Giuseppe Tomaselli nell'opuscoletto intitolato “Il mondo di oggi sotto la schiavitù di Satana”). 

Non sono un credulone che considera fondata qualsiasi notizia riguardante apparizioni o rivelazioni private. Bisogna essere prudenti in questo campo. Tuttavia, se persone autorevoli considerano attendibile un'apparizione, allora non ho difficoltà a prenderla in considerazione. Tra le apparizioni della Madonna riconosciute dalle autorità ecclesiastiche vi è anche quella di Nostra Signora di Akita (Giappone). Lì la Beata Vergine annunciò che a causa del dilagare dei peccati sarebbe venuto un grande castigo sulla terra. Ecco cosa disse la Madonna ad Akita: "...Come ti ho detto, se gli uomini non si pentiranno e non miglioreranno se stessi, il Padre infliggerà un terribile castigo su tutta l’umanità. Sarà un castigo più grande del Diluvio, tale come non se ne è mai visto prima. Il fuoco cadrà dal cielo e spazzerà via una grande parte dell’umanità, i buoni come i cattivi, senza risparmiare né preti né fedeli. I sopravvissuti si troveranno così afflitti che invidieranno i morti. Le sole armi che vi restano sono il Rosario e il Segno lasciato da Mio Figlio. Recitate ogni giorno la preghiera del Rosario. Con il Rosario pregate per il Papa, i vescovi e i preti. L’opera del diavolo si insinuerà anche nella Chiesa in una maniera tale che si vedranno cardinali opporsi ad altri cardinali, e vescovi contro vescovi. I sacerdoti che mi venerano saranno disprezzati e ostacolati dai loro confratelli...chiese ed altari saccheggiati; la Chiesa sarà piena di coloro che accettano compromessi e il demonio spingerà molti sacerdoti e anime consacrate a lasciare il servizio del Signore. Il demonio sarà implacabile specialmente contro le anime consacrate a Dio. Il pensiero della perdita di tante anime è la causa della mia tristezza. […] Prega molto la preghiera del Rosario. Solo io posso ancora salvarvi dalle calamità che si approssimano. Coloro che avranno fiducia in me saranno salvati".

La Madonna a Fatima preannunciò che un giorno il suo Cuore Immacolato avrebbe trionfato. Spero tanto che ciò possa accadere entro il 2017, primo centenario delle apparizioni mariane ai tre pastorelli. Teresa Neumann (1898-1962), celebre mistica tedesca che visse per anni nutrendosi solo dell'Eucarestia, disse: "la grande piaga si aprirà nel 1999 e sanguinerà per diciotto anni: sarà questo il tempo di Caino"  [1999-2017]. Ecco altre sue visioni profetiche su questo drammatico periodo di apostasia galoppante: "L’ignoranza, il disprezzo per la cultura, la violenza, il lassismo, il materialismo, saranno i piedi dello scranno sul quale siederà il serpente dei serpenti. Vedrete allora l’asino dettare legge al leone. Vedrete gli allievi insultare i loro insegnanti; vedrete la cultura bruciare sulla pubblica piazza, in nome della cultura. Troppi leoni avranno il cuore dell’asino, e si lasceranno trarre in inganno. Ho visto il mondo affidato a bestie orrende, con la testa d’asino e il corpo da serpente. Ho visto l’orrenda strage degli uomini di pietà e degli uomini d’intelletto. Quando poi l’epidemia avrà contaminato ogni casolare, si renderà necessaria una purificazione generale. L’acqua dovrà lavare ogni granello di sabbia che copre la terra (...)". 

"Ho visto scendere dal cielo un’enorme quantità di foglie secche. E su ogni foglia c’era una scintilla di fuoco. Un uomo che mi stava vicino, gridò a gran voce: scostatevi, perché piove la pestilenza stellare. Molti cercarono di fuggire, ma vennero ugualmente raggiunti dalle foglie secche. E quando una di queste si posava sulla pelle, si formava una macchia nera, e dalla macchia nera usciva uno zampillo di sangue". 

"Ho visto sulla strada, molta gente che respirava a fatica, mentre nel cielo si stavano addensando nubi gialle. Ho visto uomini salire sugli alberi per cercare un po’ d’aria. Ho visto uomini tagliarsi la gola, nella disperazione e nella speranza di succhiare un po’ d’aria". 

"Ho visto un cimitero nel quale venivano sepolti i sogni dell’uomo. E ogni sogno aveva una lapide. E su ogni lapide c’era un epitaffio...  Su una pietra era scritto: ‘Qui giace il sogno dell’uomo, di correre più veloce del vento’. Altrove, ho visto scritto: ‘Qui giace il sogno dell’uomo di prolungare all’infinito la sua vita’. C’era poi la grande tomba, che racchiudeva il grande sogno. E l’epitaffio diceva: -Qui giace l’uomo che si credeva un dio- ". 

"Quando la purificazione sarà completata, riprenderà la vita. Ma l’uomo nuovo indosserà un abito nuovo: l’abito dell’umiltà e della fede".

Staremo a vedere cosa accadrà, per il momento dobbiamo impegnarci a vivere in maniera più raccolta e devota, pregando Iddio di salvare più anime possibili.

Approfitto dell’occasione per porgerti i miei più cordiali e fraterni saluti nei Cuori di Gesù e Maria.

Cordialiter