Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

sabato 18 marzo 2017

Chiedere aiuto al proprio Angelo Custode

Da quando nel 2008 ho aperto il blog “Cordialiter”, mi hanno scritto tantissime persone. Con alcune è nata spontaneamente una profonda amicizia, ad esempio con una pia e affettuosa lettrice del Triveneto che da diverso tempo mi ha concesso la facoltà di pubblicare i suoi scritti sul blog, firmandoli con lo pseudonimo “Letizia”.


Caro D.
            sono davvero contenta di aver letto la tua risposta. Sei molto preparato, chiaro e preciso. Perciò mi rivolgo a te con fiducia (...). Sei una persona sincera e ci tieni veramente alle anime, che non si perdano e che seguano la retta via con amore, non solo per dovere o per paura di andare all'inferno. Tu hai a cuore che le anime sentano gratitudine verso il Salvatore e che lo amino. Mi hai guidata gradualmente verso la conoscenza della dottrina, cosa che fai quotidianamente nel tuo blog, che io seguo per istruirmi. Sono ancora molto ignorante in materia, ma ho imparato a dare ascolto alla coscienza e in questi ultimi giorni ho iniziato a chiedere consiglio al mio Angelo Custode, che non delude mai. È una bella scoperta questa dell'Angelo, Dio in effetti non fa le cose a caso come facciamo noi. Dio è Perfezione!

(…)

Grazie anima cara. Ti voglio bene e per sempre.

Letizia


Cara sorella in Cristo,
                                       sono contento che apprezzi molto il mio blog e che trai dei vantaggi spirituali leggendolo quotidianamente. Mi fa piacere sapere che stai traendo dei vantaggi anche dalla nostra amicizia spirituale che ormai dura da diversi anni. Il Redentore Divino ci ha insegnato a valutare le cose in base ai frutti: gli alberi buoni danno frutti buoni, quelli cattivi danno frutti cattivi. Fin quando vedrò che le nostre anime trarranno dei benefici, sarò molto felice di poter continuare questo splendido rapporto fraterno che si è instaurato tra di noi. Anche tu sei preziosa per me. Stiamo vivendo un periodo drammatico della storia dell’umanità: l’orbe cattolico è infestato dalle pestilenziali idee dei modernisti, la società è allo sbando a causa della secolarizzazione galoppante, in Italia l’economia sta andando a rotoli a causa del processo di “desertificazione industriale” che fa aumentare la disoccupazione, nel mondo c’è il rischio che scoppi un guerrone, eccetera. Quando si riflette sulla situazione attuale del genere umano si corre il rischio di cadere nello sconforto. Ma fortunatamente ci sei tu ed altre persone spirituali che riuscite a trasmettermi devozione e conforto. 

Ma c’è un altro motivo che ti rende davvero preziosa per me. Ogni giorno faccio diversi atti di carità fraterna nei tuoi confronti (ad esempio pregando per la salvezza eterna della tua anima), e in questo modo posso “dare gusto a Dio” (come diceva il mio amatissimo Sant’Alfonso Maria de Liguori), cioè posso compiere degli atti che piacciono molto al Signore, il quale ricompensa per l’eternità ogni minima azione buona, se compiuta con retta intenzione e in stato di grazia. Insomma sto cercando di “sfruttarti” come uno strumento che mi aiuta ad avanzare nel cammino di perfezione cristiana, impegnandomi a praticare intensamente verso di te la carità, che è la regina delle virtù. Quanto ti sono grato per tutto ciò che di bene stai facendo per me! È proprio vero quel che dice la Sacra Scrittura a proposito dell’amicizia, e cioè che chi trova un vero amico trova un tesoro. Ed io considero la tua amicizia come un tesoro da custodire con la massima cura. È difficilissimo trovare in giro persone come te, quindi non posso permettermi di sciupare questa splendida amicizia che mi stai donando in maniera disinteressata. Persino quando ogni tanto ci sentiamo al telefono, la tua bella voce mi dona un senso di serenità.

Ogni volta che mi dici che mi vuoi bene mi trasmetti gioia ed entusiasmo, e in questo modo mi sento incoraggiato a fare altri atti di carità fraterna. A dir la verità tra cristiani dovrebbe essere una cosa normale “volersi bene”, visto che Gesù buono ha comandato ai suoi seguaci di amarsi gli uni gli altri come Lui ha amato noi, aggiungendo che se ci ameremo in questo modo, tutti ci riconosceranno per suoi discepoli, come in effetti avveniva ai tempi di San Paolo, quando i pagani restavano meravigliati nel vedere i cristiani volersi bene come fratelli. E invece spesso ci sono guerre anche tra cristiani, basti pensare alle persecuzioni dei modernisti nei confronti dei cattolici rimasti fedeli al Magistero perenne della Chiesa. 

Nutro tanta stima nei tuoi confronti, e anche tanta gratitudine per tutto ciò che di bene hai fatto per me. Mi piace moltissimo il tuo aspetto interiore. Ti sento spiritualmente vicina.

Apprezzo molto la tua devozione per gli Angeli. Anche San Pio da Pietrelcina e Santa Gemma Galgani erano devoti a queste splendide creature. Dobbiamo supplicare i nostri Angeli Custodi, che Dio ci ha donato per aiutarci a conseguire il supremo ed eterno traguardo, affinché ci aiutino a conservare la nostra preziosa amicizia spirituale. Ad majorem Dei gloriam!

Cordialiter