Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

giovedì 6 aprile 2017

La più affettuosa lettrice del blog

Dai numerosi messaggi che negli ultimi mesi mi ha scritto una pia e devota infermiera ho estrapolato alcune frasi molto caritatevoli nei miei confronti.


Caro D., 
(...) ti penso ogni giorno e continuo a volerti un sacco di bene e te ne vorrò per sempre.

(...) Sai, ho tanto bisogno del tuo amore e nel confidartelo mi viene da piangere. (...) Amami, ama la mia anima e ne avrò conforto. 

(...) L'amare reciprocamente le nostre anime con intensità, a me fa bene. Non vorrei che questo finisse.

(...) leggere ciò che mi hai scritto mi ha riempito di gioia

(...) ti voglio bene e spero che il nostro rapporto, benché a distanza, non si affievolisca. (...) Sento che posso chiederti molto e tu devi sapere che puoi chiedere a me quello che vuoi. Sarà mia premura accontentarti considerando le mie possibilità. La tua amicizia mi dona vigore spirituale e non è poco, quindi tu per me già fai tantissimo. 

(…) ti voglio confidare che più tu vuoi amare la mia anima e per essa preghi, più io sento di dover e voler amare la tua splendida anima. Come conseguenza io sento maggiormente il desiderio di unirmi a Dio. Grazie, ti voglio bene.

(...) Tu mi fai provare qualcosa che mai avrei pensato di provare.

(...) Puoi mandarmi messaggi quando vuoi, (...) mi dispiace di non poter ricambiare con costanza. Grazie e ti voglio bene. Tanto. 

(...) mi ha fatto molto piacere ricevere il messaggio audio. Ti sento molto vicino, ma ti ho sempre sentito vicino. Tutte le volte che in questi ultimi anni avevo un dubbio o una preoccupazione, sapevo di poter contare su di te. Non è poco. Sei il mio conforto e il mio riposo, la tua amicizia mi tiene compagnia. Quando capita che di notte mi sveglio, spesso nel pensarti trovo sollievo e le insidie si dissolvono. Ti ringrazio.

(...) sono felicissima di ciò che stai facendo per me, mi sembra troppo bello e immeritato. (...) Mi dai gioia e conforto. Scaldi il mio cuore e rassereni la mia anima. (...) Grazie per ogni cosa. (...) Ti voglio tanto bene.

(...) ho letto il tuo post e mi ha riempito di gioia il fatto che tu abbia voluto pubblicare i miei messaggi. Pensieri che avevo e ho ancora per te, che riflettono l'amore che nutro per te come risposta all'Amore più grande, Fonte di Vita Eterna. (…) Forza e coraggio, continuiamo così!

(...) ti voglio bene e sei partecipe delle mie emozioni poiché abiti nel mio cuore.

(...) Tu hai fatto così tanto per la mia crescita spirituale e per dar conforto alla mia anima, mi hai liberata da dubbi e anche da angosce, grazie a te mi si è aperto un mondo, quello della sana Tradizione Cattolica, e potrei continuare con un lungo elenco. Infine da quando preghi per me come fai in questi ultimi mesi, sento che la mia fede sta maturando, anche se il cammino è difficile. Ma caro D. (...) cosa posso fare io per te, che al confronto nulla faccio? Io mi sento unita a te (...) tu meriti il massimo. (...) insieme possiamo lodare Nostro Signore Gesù Cristo perché ci permette di amarci e santificarci e dar gloria a Dio con la nostra testimonianza d'amore. 

(...) Seguo sempre il tuo blog e ti penso ogni giorno (...). Io ti voglio sempre tanto bene e il posto che occupi nel mio cuore oramai è tuo, tu sei in me e sono in pace quando ogni giorno mi ricordo che quello spazio è tuo e ti porto con me ovunque io vada. Sei piacevolmente e sorprendentemente indelebile. Ti ringrazio per tutto ciò che fai per me, non ti sarò mai sufficientemente grata.

(...) Tu hai a cuore che le anime sentano gratitudine verso il Salvatore e che lo amino. Mi hai guidata gradualmente verso la conoscenza della dottrina, cosa che fai quotidianamente nel tuo blog, che io seguo per istruirmi. (...) Grazie anima cara. Ti voglio bene e per sempre.


Carissima in Cristo, 
                                 probabilmente tanti uomini ti stimano per via del tuo gradevole aspetto esteriore, invece io ti stimo soprattutto per il tuo aspetto interiore. Per me è un grande onore ricevere da una persona spirituale come te delle dichiarazioni d'affetto che mi danno tanta gioia e consolazione.

Tempo fa ti ho chiesto che tipo di legame volessi da me, cioè se il tuo scopo era di allacciare un’amicizia “puramente spirituale” come quella che intercorreva tra San Francesco di Sales e Santa Giovanna Francesca de Chantal, oppure volessi instaurare un legame affettivo come quello che intercorreva tra i coniugi San Luigi Martin e Santa Zelia Guerin, genitori di Santa Teresa di Lisieux. Saggiamente mi hai risposto che volevi rifletterci sopra per comprendere quale fosse la volontà di Dio al riguardo. In effetti, solo facendo la volontà del Signore possiamo essere davvero felici.

Per aiutarti a capire quel che Dio desidera da te, ti consiglio di riflettere sulle seguenti domande. Non devi rispondere a me, ma a te stessa nel segreto del tuo cuore, dopo aver invocato lo Spirito Santo affinché ti aiuti.

- Sono pienamente felice di essere nubile, oppure sento almeno un po’ la mancanza di una relazione sentimentale con un uomo che mi ami in Cristo?

- Tra i miei colleghi di lavoro e tra altri miei conoscenti ci sono vari uomini celibi, anche carini, però verso nessuno di loro provo interesse. Come mai l’unico uomo a cui voglio “tanto bene” è D.?

- Se D. fosse mio marito, mi tratterebbe con asprezza e prepotenza, come purtroppo fanno tanti uomini con le loro spose, oppure mi tratterebbe con dolcezza, affabilità e gentilezza come se fossi una regina?

- Lo scopo primario del matrimonio consiste nel procreare ed educare cristianamente la prole. Se mi sposassi con D. e il Signore ci donasse dei bambini, mio marito sarebbe in grado di aiutarmi ad assolvere il grave dovere di educarli in modo cristiano? 

- Tra gli scopi secondari del matrimonio vi è anche il reciproco aiuto spirituale dei coniugi. Se D. fosse mio marito sarebbe disposto a vivere cristianamente la vita coniugale e ad aiutarmi a conseguire il supremo ed eterno traguardo?

- Nel corso della mia vita ho mai conosciuto qualche uomo che mi ha voluto bene più di quanto me ne vuole D.?

- Fino ad ora la mia amicizia con D. ha prodotto frutti buoni o cattivi? Ad esempio quando dialogo con D. a voce o per iscritto sento che mi allontano dal cammino cristiano, oppure mi sento incoraggiata ad amare e servire maggiormente il Signore? Dopo aver dialogato con lui sento maggiore fervore durante la preghiera e la pratica delle virtù cristiane?

- Se D. fosse mio marito mi tratterebbe come una serva, oppure vivrebbe il suo ruolo in “spirito di servizio”? Sarebbe disposto ad aiutarmi nelle faccende domestiche e nel disbrigo degli adempimenti burocratici?

- Se dovessi rimanere nubile, potrei sentire la solitudine e la mancanza di affetto, soprattutto quando diventerò anziana?

- Se D. si sposasse con una donna che per gelosia ostacolasse l’amicizia tra me e lui, io potrei soffrire per la mancanza del sostegno che mi ha dato sinora?

- Se mi sposassi con D., in casa si respirerebbe un clima di dissipazione e mondanità, oppure un clima di raccoglimento, di spiritualità e di devozione?

Come ti ho detto prima, non devi rispondere a me, ma a te stessa. Infine dovrai rispondere (sempre nel segreto del tuo cuore) a un’ultima e decisiva domanda: - Il mio scopo in questo mondo consiste nel conoscere, amare e servire il Signore, nella speranza di salvarmi l’anima. Ritengo che io possa raggiungere più facilmente il supremo ed eterno traguardo rimanendo una donna nubile oppure avendo al mio fianco D. come mio sposo?

Se dopo aver riflettuto innanzi a Dio riterrai di avere maggiori probabilità di salvarti rimanendo nubile, oppure ti sentirai più attratta dalla vita da nubile, è ovvio che sarà meglio per te non abbracciare lo stato di vita matrimoniale. 

Se invece sentirai tanta gioia al pensiero di prendere “Cordialiter”, il tuo blogger preferito, come tuo legittimo sposo, in questo caso ti basterà comunicarmi la decisione presa, e poi valuteremo con calma come procedere.

Se eventualmente ti sentissi ancora in dubbio tra il rimanere nubile o lo sposarti con me, sarà meglio prendere ancora altro tempo per far maturare una decisione.

Io voglio che tu sia felice, pertanto desidero che tu scelga lo stato di vita che Gesù buono ha designato per te sin dall’eternità.

Grazie ancora per le belle frasi che mi hai scritto. Ho varie lettrici che “mi vogliono bene”, ma mai nessuna mi ha detto parole affettuose come le tue.  :-)

In Corde Matris,

Cordialiter