Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

martedì 30 maggio 2017

Testimonianze sul compianto Cardinale Siri

Pubblico un'interessante e-mail di un gentilissimo lettore del blog. Le seguenti testimonianze sfatano l'immagine di uomo freddo e arcigno, come ingiustamente il grande Cardinale Giuseppe Siri veniva spesso dipinto dai media progressisti.


Carissimo fratello in Cristo,
                                                    scusami se ti scrivo a puntate, tipo soap opera, ma cerco di sfruttare i momenti liberi. Volevo riportare due testimonianze indirette sul card. Siri. 

Faccio parte di un' associazione di appassionati di tram storici, e durante una gita a Bergamo (per visitare la nuova tranvia interurbana) mi son trovato sul bus vicino a due soci, una signora ed un signore, entrambi originari di una zona del basso Piemonte in provincia di Alessandria ma in diocesi di Genova. Il discorso dopo un po' è finito sul card. Siri e il signore ricordava da bambino come tanto solenne e ieratico era in chiesa il Cardinale, tanto era dolce ed affettuoso come un nonno con i bambini cresimandi che aveva voluto conoscere ed incontrare uno per uno in parrocchia.

La signora invece ha raccontato che essendo amica di una parente di Siri, una volta recandosi a casa dell'amica e trovandovi il Cardinale in visita ai parenti, era impaurita e confusa, ma lui l'ha salutata con calore e le ha detto: "Guarda che nella dieta che mi ha prescritto il dottore non ci sono le ragazzine!".

Poi la signora ha aggiunto che Siri con i parenti era amabile, affettuoso, scherzoso e per nulla altero. 

[...]

In J et M.

(Lettera firmata)