Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

venerdì 9 giugno 2017

Lo scopo del blog è di edificare le anime

Grazie al blog sono entrato in contatto con delle persone amanti della vita devota con le quali è nata una bella amicizia spirituale. Ecco una di loro.


Caro fratello in Cristo,
                                    che meraviglia il tuo post di oggi. Adesso non riesco a scrivere perché non ho molto tempo. Magari già stasera riuscirò a mandarti un messaggio più completo. Sento che anche se siamo distanti fisicamente è come se fossimo vicini nello Spirito. Il tuo blog per me è una fonte di ispirazione spirituale, una benedizione come pioggia su un terreno arido. Oggi mi sono davvero commossa leggendo. Siamo uniti nel Signore e per il Signore stiamo camminando insieme. Questo è meraviglioso! Il mio cuore è colmo di gioia. Secondo il mondo io non ho niente ma io mi sento molto ricca. Ricca di benedizioni, amata dal Signore, in comunione con i fratelli. Per i giorni che mi restano da vivere in questa valle di lacrime vorrei cercare di testimoniare con la mia vita il mio straordinario incontro con Gesù. Voglio cercare di vivere in Lui e per Lui.

Dio ti benedica

Maristella


Carissima Maristella,
                                   ti considero come una sorta di “sorella adottiva” o, sarebbe meglio dire, “sorella spirituale”. Lo so che ai mondani può sembrare assurdo che due individui che non si conoscono personalmente possano sentirsi fratelli, ma è proprio ciò che sentiamo entrambi. Del resto provare a vicenda forti sentimenti di carità fraterna e sentirsi spiritualmente vicini non è mica proibito, anzi la Sacra Scrittura ci ordina esplicitamente: “Diliges proximum tuum sicut te ipsum”. Anche io mi sento in piena comunione con te. Che gioia esseri membri del Corpo Mistico di Cristo! 

Lo splendido rapporto fraterno che ho con te e con altre persone che seguono il blog mi rende molto felice, poiché poter condividere con altri cristiani l'amore per il Redentore Divino procura nel mio cuore un grande gaudio spirituale. Ed è veramente di grande conforto in questa meschina e spietata società neopagana avere degli amici fraterni con cui incoraggiarsi a vicenda nel combattimento spirituale e scambiarsi devozione da cuore a cuore.

Se noi "cristiani praticanti" cominciassimo tutti a volerci davvero bene come fratelli in Cristo, in breve tempo si convertirebbero moltitudini di anime. Proprio come avveniva nei primi tempi, quando le comunità cristiane vivevano nel fervore e in un'ardente carità fraterna, e nonostante subivano sanguinarie persecuzioni, invece di diminuire si moltiplicavano in maniera esponenziale convertendo a Cristo innumerevoli anime, poiché i pagani rimanevano colpiti nel vedere i cristiani amarsi fraternamente. Del resto fu proprio il Salvatore a dirci che se ci saremmo amati gli uni gli altri, tutti ci avrebbero riconosciuti come suoi discepoli. Anche San Francesco di Sales e molti altri santi convertivano tante anime che rimanevano affascinate dalla loro dolce carità fraterna.

Le tue e-mail e i tuoi messaggi che mi mandi tramite Whatsapp, per me sono molto importanti, perché mi trasmettono devozione ed entusiasmo per il prosieguo del cammino di perfezione cristiana. GRAZIE!!! Inoltre già da tempo mi hai dato il permesso di pubblicare le tue lettere ricche di unzione spirituale, grazie alle quali ho potuto pubblicare molti edificanti post (diverse persone mi hanno scritto per dirmi di aver apprezzato le tue lettere). E poi quasi mensilmente mi invii un contributo economico per supportare l'enorme lavoro che c'è dietro la gestione dei miei blog. Come puoi facilmente immaginare sento molta gratitudine e un grande affetto fraterno nei tuoi confronti, anche perché la tua vicinanza spirituale quasi materna mi è di conforto e mi incoraggia ad andare avanti nonostante le difficoltà. Ho tentato di “sdebitarmi” un po' donandoti alcuni libri di Sant'Alfonso Maria de Liguori e di altri autori spirituali, ma ho compreso che dopo tutto quello che fai per me meriti molto di più. Innanzitutto sento un forte desiderio di pregare per te, ma non mi accontento che ti salvi l'anima, voglio vederti ardere d'amore per il Redentore Divino come ardevano i cuori di Santa Gemma Galgani e di San Filippo Neri. In secondo luogo sono convinto che il modo migliore per manifestarti la mia gratitudine sia di...continuare ad aggiornare quotidianamente “Cordialiter”, il tuo blog preferito, perché so che ti piace assai e la tua anima ne trae molti vantaggi spirituali. Infatti ogni volta che leggi un post che ti edifica e che ti spinge a compiere anche un semplice sospiro d'amore per Gesù Cristo, o che ti fa desiderare di impegnarti ancora di più nel cammino di perfezione cristiana (tutti i fedeli hanno la vocazione alla santità), o che ti incoraggia a pregare con ancora più fervore, ecc., accumuli meriti per il Cielo. Infatti i manuali di Teologia Ascetica insegnano che ogni minima opera buona (se compiuta in stato di grazia) fa meritare dei gradi di gloria per il paradiso. E visto che tu frequenti quasi tutti i giorni il blog, voglio fartene guadagnare tanti di gradi di gloria, perché voglio che in Cielo tu possa stare molto vicina a Gesù buono, Colui che tanto ami e per il quale hai versato molte lacrime di contrizione meditando sulla sua dolorosa Passione. 

Io intendo il mio blog come un servizio offerto al prossimo, tra cui tu, pertanto desidero volentieri continuare ad essere al servizio della tua anima cercando di edificarla con post che innalzano il cuore a Dio, fine ultimo della nostra esistenza. Oltre che per te voglio pregare anche per i tuoi cari, soprattutto per la conversione di tuo marito e di tua figlia, nella speranza che tutti quanti noi potremo ritrovarci un giorno ai piedi della Beata Vergine Maria, nella Patria Celeste, ove insieme alla nostra Mamma del Cielo, a San Francesco di Sales, Sant'Alfonso Maria de Liguori, e a tutti i santi e gli angeli potremo cantare in eterno le glorie dell'infinita misericordia di Dio.

In Cordibus Jesu et Mariae,

Cordialiter