Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

martedì 25 luglio 2017

Differenze tra beatificazioni e canonizzazioni

Alcuni lettori del blog mi hanno scritto al riguardo della questione beatificazioni-canonizzazioni. Riporto uno stralcio di una delle lettere che ho ricevuto in proposito, omettendo come di consueto il nome del mittente.


Carissimo,
                    […] tra le condizioni richieste dal Concilio Vaticano I perché un atto sia infallibile, c'è quella che esso vincoli tutta la Chiesa. Ora, la beatificazione, per sua natura, permette il culto di un'anima soltanto a livello locale o particolare: non lo impone né lo estende a livello universale. È questo, del resto, che distingue essenzialmente e realmente la beatificazione dalla canonizzazione. Pertanto, mentre la seconda è a tutti gli effetti un atto infallibile, la prima non lo è. Tale è la dottrina che si trova esposta in tutti i classici manuali di teologia. […]

J. Salaverri, nel trattato "De Ecclesia" del manuale "Sacrae Theologiae Summa" precisa che la Chiesa rivendica l'infallibilità per i decreti solenni di canonizzazione dei Santi (ed. IV, Matriti, 1958, p. 747), mentre nulla dice a proposito della beatificazione dei servi di Dio, per le quali nessuno ha mai accampato una simile prerogativa. Più esplicitamente Antonio Piolanti, nel "Dizionario di Teologia dommatica", afferma: "Mentre la beatificazione è una sentenza preliminare, non infallibile e soltanto permissiva del culto, la canonizzazione è un giudizio definitivo, infallibile, precettivo del culto (IV ed., Roma, 1957, p. 59). […]

(lettera firmata)