Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

giovedì 8 febbraio 2018

Ci vorrebbe una "cittadella cristiana"

Prendo spunto da una vecchia lettera di una lettrice del blog per parlare di un tema che mi sta a cuore.


Caro D.,
             per quanto riguarda il progetto [...], devo dirti che è davvero entusiasmante [...]. Anch'io ho un pezzo di terra con una bellissima vista sul golfo di Trieste ed è situato lontano dalla città e dai suoi rumori, è su un colle dove regnano pace e silenzio. [...] Ogni tanto ci penso e non mi viene nessuna idea, ma so che quando sarà il momento, pregando intensamente il Signore mi dirà cosa farci. […]


Ti saluto caramente e fraternamente in Gesù e Maria,



(lettera firmata)



Cara sorella in Cristo,
                                    penso che in futuro, ad esempio quando andrai in pensione, potresti andare a vivere da sola in quella casa situata tra le colline della Venezia Giulia, quasi come se fossi un’eremita. Per i mondani è tristissimo vivere nella solitudine, ma per un’anima contemplativa come la tua invece è un sogno meraviglioso. Infatti grazie alla solitudine e al silenzio è più facile raccogliersi interiormente ed elevare il cuore a Dio, fine ultimo della nostra esistenza.

Approfitto dell’occasione per raccontarti una cosa molto importante. Premetto che prima di scrivere questo post ho chiesto a una mia amica se potevo parlare del suo progetto sul blog, e lei mi ha risposto in maniera affermativa poiché sa che custodirò con discrezione la sua identità. Questa mia carissima amica, con la quale ho da anni uno splendido legame di amicizia spirituale, possiede un prestigioso immobile in una delle zone più chic d’Italia. Per delicatezza non le ho chiesto quanto costa l’immobile, ma chiunque, se sapesse dov’è ubicato e qualche altro particolare di mia conoscenza, saprebbe bene che il suo valore è molto elevato (suppongo sia di qualche milione di euro). Ebbene, la mia amica ha deciso di vendere l’immobile poiché non è interessata alla vita mondana. Col ricavato desidera fare qualcosa per il bene delle anime e la maggior gloria di Dio. Mi ha parlato a lungo di quel che ha in cuore di realizzare in futuro. Una delle idee è di fondare una sorta di “cittadella cristiana” in qualche paesino di campagna o in qualche piccolo borgo appenninico, purché sia situato abbastanza vicino a qualche comunità religiosa o sacerdotale legata alla Tradizione Cattolica, onde poter beneficiare dei sacramenti e curare la vita spirituale.

Non sappiamo ancora quale sarà la forma giuridica da scegliere per realizzare questo progetto, tuttavia le ho suggerito di fare in modo che lei possa detenere sempre lo “scettro” in mano, nel senso che non vorrei che si infiltrassero persone che possano metterla in minoranza e appropriarsi dei suoi beni. Lei ha una “linea ecclesiale” simile alla mia, cioè ama assai la Messa tridentina e la Tradizione Cattolica ma non le piacciono le posizioni estremiste, come ad esempio quelle di coloro che affermano che il grande Papa Pio XII è stato l’ultimo Sommo Pontefice della Chiesa. Ecco perché voglio che lei possa sempre detenere la disponibilità dei suoi beni, onde evitare che possano finire nelle mani sbagliate. La mia amica è una donna di mezza età, ma essendo nubile e senza figli vorrebbe che al termine del suo pellegrinaggio in questa valle di lacrime il suo progetto possa proseguire, quindi i suoi beni materiali continueranno ad essere utilizzati da coloro che collaboreranno con lei in questa avventura. A tal fine dovrà studiare la forma giuridica più appropriata per intestare i suoi beni, onde evitare che un giorno possano essere reclamati da nipoti, pronipoti, procugini o altra gente che non li userebbe a vantaggio della Tradizione Cattolica. 

A questa iniziativa potranno partecipare non solo persone non coniugate, ma anche giovani coppie (sposate) desiderose di far crescere i propri figli in un ambiente sano (soprattutto da un punto di vista spirituale). Per il momento la priorità è vendere l’immobile, il quale potrebbe far gola non solo a italiani facoltosi, ma anche a tanti stranieri. Intanto sta cercando di pregare assai per poter comprendere esattamente quel che deve fare. Desidera compiere solo la volontà di Dio. Sarebbe bello se nascesse qualcosa che aiuti delle persone a condurre uno stile di vita più raccolto, più devoto, più spirituale, per la maggior gloria della Santissima Trinità.

So bene che tu per motivi familiari non potrai prendere parte a questa iniziativa, tuttavia se durante le ferie estive vorrai trascorrere alcuni giorni di riposo, di raccoglimento e preghiera, sono certo che la mia amica sarà felice di accoglierti, quando il progetto sarà avviato (lo stesso invito vale per tutti i lettori che amano la vita devota). Se in futuro ci saranno degli sviluppi su questo interessante progetto, sarò lieto di darne notizia sul blog.

Ti saluto cordialmente nei Cuori di Gesù e Maria.

Cordialiter