Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

giovedì 7 giugno 2018

Affidarsi a Dio durante le avversità

Tempo fa una lettrice ha voluto raccontarmi un fattto che le è capitato.


Sai, in questi giorni mi è successa cosa che ti volevo raccontare. Ho messo un annuncio su un gruppo Facebook per regalare alcune cose che i precedenti proprietari mi avevano lasciato nella casa nuova. Ha risposto una famiglia egiziana. Sono venuti sabato a ritirare delle cose e approfittando della distrazione di mio padre mi hanno rubato i soprammobili. Mi sono arrabbiata tantissimo, poi ho capito che dovevo affidare la cosa nelle mani di Gesù buono affinché li perdonasse e mi desse la forza di perdonarli, e ho sentito una grande pace...


Carissima in Cristo, non è la prima volta che la gente si approfitta della tua bontà. Anche altre persone che avevi beneficato ti hanno ricompensato tradendo la tua fiducia. Dio non vuole il male, ma tollera che venga compiuto poiché desidera trarne un bene maggiore.

In questo caso è umano sentirsi traditi e dispiaciuti per quanto successo, tuttavia sei riuscita a sfruttare questa spiacevole esperienza per dare gusto a Dio perdonando di cuore gli autori del furto. E il Signore paga bene poiché fa sentire la pace del cuore, che è un bene di gran lunga superiore dei beni materiali.

In Corde Matris,

Cordialiter