Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

lunedì 2 luglio 2018

Veniamo da lontano


È da 2.000 anni che noi cattolici subiamo persecuzioni di ogni tipo, eppure siamo ancora vivi e vegeti, nessun tiranno è riuscito ad annientarci. Nerone, Diocleziano, Enrico VIII, Danton, Robespierre, Napoleone, Calles, Durruti, Hitler, Stalin, Ceauşescu e tanti altri persecutori del Corpo Mistico di Cristo sono stati spazzati via, mentre la Chiesa è rimasta. La Chiesa Cattolica è immortale!

Oggi il pericolo maggiore è rappresentato principalmente dall'Internazionale Modernista. Questo nemico sappia che non riuscirà mai ad annientarci. Veniamo da lontano! In venti secoli di storia abbiamo sconfitto nemici agguerriti, prima o poi debelleremo anche la pestifera eresia modernista. Non bisogna dimenticare mai che il nostro glorioso invincibile Condottiero è il Redentore Divino: Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat!

Tutte le avversità che da decenni stiamo affrontando non riusciranno a fermare il nostro combattimento in difesa della Fede. Maggiori sono le avversità, più bella sarà la vittoria del Corpo Mistico di Cristo. Questa non è ora di rimpianti per le battaglie perse in passato, è l'ora del dovere, del sacrificio, dell'azione! Nulla è perduto se lo spirito della riscossa è pronto e se la volontà non piega. Non abbiamo nessuna intenzione di arrenderci, vogliamo continuare a lottare, costi quel che costi, sino alla vittoria finale. I modernisti dispongono di enormi mezzi bellici (stampa, televisioni, scuole, associazioni, eccetera), noi invece siamo praticamente a mani nude, ma abbiamo la Fede nel cuore e le armi più forti, cioè quelle del cristiano: preghiera, penitenza e apostolato. Coraggio! Sub Christi Regis vexíllis militáre gloriámur!