Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

mercoledì 1 giugno 2011

Lettera a un prete

Riporto alcuni brani di una lettera che ho scritto a un prete.

Rev.mo Don [...],
                          sono contento che lei utilizzi per il suo apostolato gli scritti che trova sui miei blog. Voi preti potete fare tanto per le anime. Conosciamo bene la grave crisi che sta vivendo il cattolicesimo a causa degli errori diffusi dai teologi modernisti che negano il soprannaturale e distruggono la morale tradizionale. La situazione è drammatica, tuttavia bisogna assolutamente fare qualcosa per ridare slancio alla vita cristiana. La soluzione è la stessa usata in passato. Nel Medioevo per risollevare le sorti della Chiesa il Signore inviò San Francesco e San Domenico, i quali attirarono numerose vocazioni che col loro apostolato restaurarono ampi settori del Corpo Mistico di Cristo. Nel Rinascimento Iddio inviò quell'ardimentosa milizia spirituale fondata da Sant'Ignazio di Loyola, che ben presto divenne un possente esercito agli ordini del Papa nella lotta contro l'eresia. Oggi, per contrastare la piaga del modernismo, la soluzione è ancora la stessa: servono numerose e sante vocazioni religiose e sacerdotali. Per questo motivo bisogna far conoscere il più possibile gli ordini che tendono con maggiore ardore alla perfezione cristiana e all'apostolato per la salvezza delle anime. Voi preti potete fare molto incoraggiando i giovani delle vostre parrocchie a riflettere attentamente sulla delicata questione dell'elezione dello stato di vita, e ad abbracciare con entusiasmo un'eventuale vocazione alla vita religiosa.

Quando celebrerà il Santo Sacrificio le chiedo di ricordare i lettori del blog vocazionale, alcuni dei quali ne hanno davvero molto bisogno.

Approfitto dell'occasione per porgerle i miei più cordiali e fraterni saluti in Cristo Re e Maria Regina di tutte le Vittorie della Chiesa,

Cordialiter