Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

giovedì 15 marzo 2012

La Messa tridentina sfonda anche tra i neocatecumenali!

Continua inarrestabile la forte avanzata della liturgia tradizionale che ormai dilaga dappertutto, nonostante l'agguerrita ma disperata resistenza delle anziane milizie moderniste.

So che alcune persone legate al movimento neocatecumenale, da qualche tempo simpatizzano per la liturgia antica! In effetti è difficile resistere alla sacralità del rito tradizionale, alla melodiosità del canto gregoriano, alla nobiltà del latino e al forte richiamo dell'aspetto sacrificale della Messa. Sappiamo che i neocatecumenali hanno delle usanze liturgiche diverse dalle nostre (ad esempio, noi ci comunichiamo in ginocchio), però non sono meravigliato che la Messa di San Pio V abbia sfondato anche nei loro ambienti, poiché la liturgia tradizionale è come una potente calamita. Del resto, nessuna persona sinceramente cattolica può in coscienza disprezzare e perseguitare la Messa che ha santificato innumerevoli generazioni di fedeli. Preghiamo per la “pace liturgica”.

Speriamo che l'amore per la Messa antica possa contagiare sempre più persone, anche tra i gruppi neocatecumenali. Chissà se nel giro dei prossimi trent'anni i seguaci di Kiko saranno passati in blocco all'antico Missale Romanum. :-)