Cordialiter, blog di spiritualità cristiana

I veri amici del popolo non sono né rivoluzionari, né novatori, ma tradizionalisti. (San Pio X, Lettera Apostolica “Notre charge apostolique”)

Visualizzazioni totali


Per contattarmi potete scrivere all'indirizzo: cordialiter@gmail.com
_______________________________
Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.

lunedì 23 luglio 2012

Vi immaginate Roberto De Mattei in Parlamento?

Quando a maggio c'è stata la marcia per la vita, sono rimasto positivamente sorpreso dal successo ottenuto dall'iniziativa nonostante i media progressisti l'avessero tenuta sotto silenzio. Ma ancor di più mi ha fatto piacere notare che gli organizzatori chiedevano esplicitamente l'abrogazione della legge sull'aborto, non come fanno certi politici che si limitano a chiedere dei torbidi compromessi. Vi confesso che in quei giorni ho pensato con speranza che dal movimento della marcia per la vita potesse nascere un nuovo movimento politico che difendesse davvero i valori cristiani.

Purtroppo, è di questi giorni la notizia che anche i leader democristiani dell'UDC (Casini e Cesa) hanno fatto delle sconvolgenti aperture sulle coppie di fatto, giungendo a dire di voler riconoscere giuridicamente persino le coppie omosessuali.

Visto che i partiti di sinistra sono su posizioni progressiste avverse al Magistero della Chiesa, e che anche nel PDL ci sono degli esponenti "liberal", penso che sia giunto il momento che qualcuno dia vita a un nuovo movimento politico che promuova davvero i valori cristiani. Secondo me gli organizzatori della marcia per la vita potrebbero far nascere questo movimento, che certamente raccoglierebbe le simpatie di molti cattolici delusi dagli attuali partiti. Il leader potrebbe essere scelto da militanti e simpatizzanti mediante un congresso fondativo. A mio avviso questo incarico potrebbe essere svolto dal prof. Roberto De Mattei, il quale ha una buona dialettica, una vasta cultura e una profonda conoscenza della Dottrina Cattolica. Chiunque sarà il leader, l'importante è che sia una persona con la "schiena dritta", cioè che non si spaventi di fronte alle critiche dei progressisti, e che non svenda i propri valori religiosi in cambio di qualche poltrona.