Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle e-mail dei lettori, puoi inviarmi una libera donazione. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

mercoledì 15 giugno 2022

Satana non può forzare la libertà umana

[Brani tratti da "La grande bestia è intelligente", di Don Giuseppe Tomaselli (1902-1989), zelante esorcista salesiano].


- Che il demonio s'impossessi di un uomo o di una donna, si può constatare quando faccio gli Esorcismi. Talvolta ho fatto assistere dei professori di medicina e di chirurgia, i quali sono rimasti trasecolati. Mi diceva un primario di ospedale: Se io non avessi visto con gli occhi miei, non ci avrei creduto. Non posso dimenticare ciò che avvenne circa venti anni or sono in un Istituto di Via Concordia a Catania. Per circa sei mesi l'Istituto fu preso d'assalto dai demoni. Di notte tempo sulla terrazza un battaglione militare faceva esercizi di ginnastica; le famiglie dei dintorni protestavano; nell'interno dell'Istituto c'era quello c'era; toccava a me controllare. Intervenne l'Autorità Ecclesiastica di Catania, che ordinò una Via Crucis nell'interno dell'Istituto e tutto finì. Il demonio s'impossessa anche di qualche oggetto. Difatti nell'Esorcismo, prima che il demonio parte, gli si dice: A nome di Dio rispondi: C'è in questa casa qualche cosa in tuo possesso? - Il demonio a me ha risposto: Nessuno oggetto di questa casa è in mio possesso.

- Lei riporta dei fatti personali; c'è nulla da opporre. Ma andiamo più addentro nell'argomento. Nei casi da lei riportati, quali scopi potrebbe avere il demonio? Sappiamo che ognuno agisce per qualche fine e specialmente per qualche vantaggio personale.

- Alla luce del Vangelo si può affermare che i demoni quando vanno in giro per il mondo, soffrono meno di quando stanno nell'inferno; provano un senso di riposo. Infatti Gesù dice: Quando un demonio esce da un uomo, va in giro in cerca di riposo. - A me personalmente consta che il riposo, diabolico è più o meno soddisfacente secondo ciò di cui s'impossessa.

(...)

- Vogliamo noi fare la tesi di laurea sul demonio. Le notizie avute sono molto interessanti. Noi finora abbiamo creduto che forse qualche volta in passato si sia verificato qualche fatto diabolico; ma come lei parla, pare che tutto il mondo sia invaso dai demoni. Non potrebbe essere questa una sua esagerazione?

- No! Parlo da Sacerdote, parlo da modesto scrittore e so ciò che dico. Ascoltate! Dice la Sacra Bibbia che tutto il mondo è sotto il maligno, cioè sotto l'azione della grande bestia. I demoni, che sono innumerevoli, formano il regno di Satana, di cui parla Gesù nel Vangelo. Sono sguinzagliati per il mondo. In questo tempo di emergenza spirituale e sociale l'opera della grande bestia si è intensificata. Al demonio poco o niente importa il benessere sociale e qualunque forma di governo. Gl'interessa solamente la rovina eterna delle anime, cioè gl'interessa che coloro i quali sono attualmente sulla terra, avvenuta a suo tempo la morte, abbiano a cadere negli abissi infernali per maledire assieme a lui il Creatore dell'universo, che l'ha condannato al fuoco eterno. Ecco il fine principale del lavoro diabolico nel mondo. E' intelligente e le studia tutte! La Bibbia lo rappresenta come un leone ruggente, che va in giro in cerca di preda da divorare; sono una preda le anime incaute.

- Una domanda: Il demonio è intelligente ed ha dei poteri. Ma può costringere a fare il male?

- No! Può tentare, può ingannare, ma non può forzare la libertà umana. Il dono della libertà, il dono più grande dato da Dio all'uomo, non può mai essere leso da nessuna potenza. Per avere un'idea del lavorio diabolico nel mondo, porto un esempio. Forse voi giovanotti non siete mai stati a Trapani; io vi ho dimorato tanti anni. In prossimità della città, ai piedi di Monte Erice, il mare ha una baia, detta “Baia di Bonaria”. I pescatori sanno che in certi periodi dell'anno c'è il passaggio dei tonni. A tempo opportuno dispongono la grande e robusta rete sotto le acque; i tonni, senza accorgersene, vi entrano e difficilmente potranno uscirne; se giungono nella così detta « camera della morte », sarà quasi impossibile uscirne. I tonni stanno anche per mesi dentro le maglie della rete; credono di essere liberi perché sono nell'acqua; possono muoversi ed in qualche modo spaziare. Ma giunta l'ora della “mattanza”, quando la rete viene ritirata, escono dall'acqua e sono sotto i colpi delle lance dei pescatori, soltanto allora si accorgono di essere perduti e perduti senza speranza. Con arte lavorano i pescatori dei tonni, ma con più arte lavorano i demoni nel mondo. La grande bestia sa pescare nel torbido, conosce le debolezze delle singole persone, sa camuffarsi per non farsi scoprire, nasconde le maglie della sua rete e conosce il tempo propizio alla grande pesca. L'ora storica che l'umanità sta vivendo è il tempo propizio alla grande pesca diabolica. L'esercito di Satana ha disteso le maglie della rete invisibile; ma reale, nel mare morale del mondo. Entrano nella rete tanti incauti Sacerdoti col pretesto dell'aggiornamento, i capi di governi avidi di dominio, gli scienziati miopi che vedono il creato e non vedono il Creatore, uomini e donne che falsano il concetto della vita terrena basando tutto sull'appagamento delle passioni: orgoglio, avidità di denaro, sessualità e smania di piaceri ... Tutta questa gente è nella rete del demonio, ma non se ne accorge, come non se ne accorgono i tonni, che stanno nella rete sotto le acque marine. Ma verrà il giorno della mattanza, il giorno in cui si ha da lasciare il mondo ed entrare nell'eternità; verrà il giorno della comparsa di ogni anima al tribunale divino ed allora Gesù Cristo, Redentore dell'umanità e Giudice Supremo, dirà: Via, maledetti, da me, voi operatori d'iniquità! Andate al fuoco eterno preparato a Satana ed ai suoi seguaci! - E' questo, è esclusivamente questo il fine del grande lavorio del demonio nel mondo: far condannare dal Cristo Giudice all'inferno più anime che sia possibile.

Cari lettori del blog, vi informo che ho aperto un canale su Telegram. Per trovarlo e iscrivervi vi basta aprire l'app sul vostro smartphon, poi premere sul simbolo della lente d'ingrandimento in alto a destra e scrivere "Cordialiter" sulla barra delle ricerche. Una volta entrati nel canale, se ci si vuole iscrivere per ricevere gli aggiornamenti, bisogna premere sul tasto "Unisciti" in basso.