Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché io possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle numerose e-mail dei lettori, puoi inviare un contributo libero. Per info: clicca qui.


Visualizzazioni totali

mercoledì 25 maggio 2011

Colloqui dottrinali agli sgoccioli?

Dovrebbero essere ormai agli sgoccioli i colloqui dottrinali intavolati a Roma tra la Santa Sede e la Fraternità Sacerdotale San Pio X. La domanda che molti di noi si pongono è: cosa succede adesso?

Stando alle dichiarazioni di Mons. Bernard Fellay, sembra che su alcune questioni sia stata trovata una soluzione, mentre su altre questioni rimangono delle divergenze. Sarebbe interessante sapere se le divergenze sono su questioni dottrinali o su questioni puramente pastorali. In quest'ultimo caso non ci sarebbero grossi ostacoli per l'erezione canonica dalla FSSPX. E se invece le divergenze fossero su questioni dottrinali? In qualche stanza della Curia Vaticana si sussurra che alcune affermazioni conciliari non intendevano vincolare le coscienze (mi piacerebbe sapere quali sono queste affermazioni "facoltative", se esistono davvero, visto che i teologi al riguardo la pensano diversamente). Se le divergenze fossero su queste questioni, credo che l'erezione canonica si farebbe senza troppi problemi. Staremo a vedere cosa succederà, ma per ora annuso nell'aria un moderato ottimismo sulla risoluzione definitiva di questa vicenda. Rimangono però alcuni pericoli. Da una parte le pressioni dell'asse di ferro tra massoneria e modernismo, dall'altra alcune posizioni massimaliste in taluni ambienti lefebvriani, potrebbero rappresentare un serio ostacolo alla riappacificazione. È dal 2001 che spero che si trovi una soluzione sulla "questione lefebvriana", speriamo che questa sia la volta buona.