Per contattarmi: cordialiter@gmail.com


Se il blog ti piace e desideri aiutarmi affinché possa dedicare il tempo necessario per continuare ad aggiornarlo ogni giorno e rispondere alle e-mail dei lettori, puoi inviarmi una libera donazione. Per info: clicca qui.

Visualizzazioni totali

martedì 27 settembre 2022

Per essere buoni cristiani bisogna avere una buona "spina dorsale"


Stiamo vivendo un periodo di grandi sofferenze e persecuzioni causate dai modernisti e dagli altri nemici della Chiesa. Purtroppo tanti battezzati hanno tradito Gesù Cristo e si sono uniformati alla mentalità del mondo, la quale è opposta agli insegnamenti del Vangelo. Che tristezza vedere i modernisti vilmente asserviti ai laicisti, ai comunisti, ai massoni e ai plutocrati anticristiani del mondo dell'alta finanza! Sono infrolliti, dinanzi ai mondani tremano come foglie, hanno un timore esasperato di essere criticati dai laicisti e tradiscono senza remore il Redentore Divino pur di non ricevere qualche rimprovero dai nemici della Chiesa. 

Per "vaccinarsi" contro il morbo del modernismo, zerbino del laicismo, è importante irrobustire la "spina dorsale". A tal proposito riporto un articolo di Don Giulivo intitolato "Una buona spina dorsale" e pubblicato sul "Bollettino Salesiano" del gennaio del 1939. Anche se sono passati tanti anni è ancora di grande attualità.


Carissimi, 

come per San Giovanni Bosco, così per la Beatificazione di Madre Maria Mazzarello [nella foto a lato, n.d.r.], la Postulazione ha offerto al Santo Padre Pio XI, in un artistico reliquiario, una vertebra del corpo della nuova Beata. Il Papa la ricevette solennemente in San Pietro, dopo la funzione vespertina del 20 novembre u. s., e se ne compiacque perchè la preziosa reliquia gli richiamava la dirittura morale, la fortezza di carattere e l'energia di volontà che sono le doti caratteristiche della Confondatrice dell'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. «Guardi Don Ricaldone - disse al nostro Rettor Maggiore - proprio come Don Bosco, anche Madre Mazzarello doveva avere una buona spina dorsale!». 

Mi pare che il rilievo fatto dal Santo Padre possa servirvi di orientamento nella vostra educazione. Procurate anche voi di formarvi una buona spina dorsale: di crescere, cioè, giovani di carattere, cattolici tutti d'un pezzo; tempre adamantine, non banderuole zimbello d'ogni capriccio di vento. Fermi nei principi della fede cristiana e della vita morale, non lasciatevi mai traviare dalle perverse dottrine del mondo ateo e pagano che tentassero d'inquinare la vostra atmosfera spirituale. Voi vivete per fortuna in un clima ancor sano; ma quante idee pestifere viziano l'aria in altri paesi, minacciando il contagio! Ricordatevi che siete figli di Dio, progenie di Santi, di geni, di eroi, redenti tutti dal Sangue prezioso di Cristo che solo è via, verità e vita. Tutto quanto aveste a leggere, a sentire, a vedere di contrario al Vangelo ed ai dettami del Divino Maestro, ricordatevi, è errore o menzogna. Non vi lasciate ingannare. La vostra pietra di paragone sia sempre il Vangelo. Ciò che non forma le coscienze secondo il Vangelo è tradimento della verità e rovina delle anime e della società. Adulatevi alla saggia educazione dei vostri buoni genitori e maestri e seguite fedelmente Nostro Signor Gesù Cristo […].

Così sarete sicuri di salvarvi dalle aberrazioni dei nostri tempi e trarrete il miglior frutto dalla Beatificazione di Madre Mazzarello. 

Vostro aff.mo 

Don Giulivo 

Cari lettori del blog, vi informo che ho aperto un canale su Telegram. Per trovarlo e iscrivervi vi basta aprire l'app sul vostro smartphon, poi premere sul simbolo della lente d'ingrandimento in alto a destra e scrivere "Cordialiter" sulla barra delle ricerche. Una volta entrati nel canale, se ci si vuole iscrivere per ricevere gli aggiornamenti, bisogna premere sul tasto "Unisciti" in basso.